ECONOMIA

Published on Settembre 30th, 2015 | by Gianluca

0

Banche, interessi da usura? Ora puoi riavere indietro i soldi

Non è così semplice controllare l’esatto tasso di interesse praticato dagli istituti di credito su prestiti, mutui o aperture di conto corrente anche se, per legge, tutto dovrebbe essere trasparente con l’indicazione del Tasso Annuo Netto (TAN) e del TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale). Tuttavia i casi in cui il tasso applicato superi le soglie di usura non è così raro si manifesti. La dottoressa Giuliana Di Caprio, tecnico esperto in materia di perizie sui conti correnti, ha detto “Stando alle analisi effettuate dai centri di perizie, nel solo periodo tra il 2000 e il 2008, circa il 90% dei rapporti bancari rischiava di ricadere in questa categoria. In primo luogo bisogna chiarire che si parla di usura bancaria quando il tasso d’interesse praticato per un prestito supera quello indicato (ogni anno) per legge dal Ministero. E’ bene precisare però che il valore da prendere in considerazione non è, come spesso si pensa, quello indicato dalla voce relativa al tasso indicata sul conto corrente, ma quello complessivo che include anche eventuali altre voci dietro cui banche e finanziarie possono nascondere altre spese o commissioni tra cui, ad esempio, penali per lo scoperto, per ritardato pagamento o per risoluzione anticipata”. Il consiglio, per chi ha dubbi sulla somma che si trova a restituire, è quello di confrontare il tasso d’usura indicato per legge con il TEG (Tasso Effettivo Globale) del proprio rapporto finanziario, operazione comunque non facile per i non addetti ai lavori. […] Qualora il TEG dovesse superare la soglia prevista dalla legge si rientra nel campo dell’usura e la clausola contrattuale che stabilisce gli interessi è da considerarsi nulla, con il conseguente diritto alla restituzione di quanto già pagato. […] Presso lo studio HGM di Casoria (in provincia di Napoli), in cui offriamo una pre-verifica gratuita sui mutui e i prestiti erogati da banche e finanziarie, in molti casi abbiamo riscontrato anomalie e siamo riusciti a far valere i diritti di soggetti che si erano trovati a pagare più di quanto stabilito dai parametri legali”.

Tags: , , , , , , , , , , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑
  • Adv

  • Guarda che video!