CULTURA

Published on settembre 26th, 2017 | by Gianluca

0

Come muovere i primi passi per imparare la fisica in poche mosse

La fisica può essere un argomento davvero ostico per gli studenti, soprattutto per coloro che vi si avvicinano per la prima volta. La fisica infatti non è semplicemente lo studio di formule matematiche o risoluzione di problemi, ma un complesso sistema di calcoli e conoscenze che mirano a far capire allo studente le origini della nostra natura. Una volta acquisiti gli strumenti essenziali infatti, la fisica garantisce una ampia conoscenza del mondo che ci circonda, in forma molto più matematica certo, ma determinati fenomeni diventeranno assolutamente chiari. Concetti molto semplici come lo scambio termico o le leggi che regolano lo scorrere dei fluidi, vengono affiancate ad altri molto più complessi come l’entropia o il pendolo, oggetti ed argomenti che potrebbero scoraggiare molti.

Come si fa?

Per poter prendere ripetizioni di fisica al meglio delle proprie capacità, bisogna innanzitutto avere un solido metodo di studio. Metodo che deve essere stato formato già all’arrivo nelle scuole superiori, o che comunque durante gli anni del liceo deve essere affinato il più possibile. Per sfortuna di molti studenti, la fisica non è una materia sicuramente nozionistica, e non si può certo imparare le formule e gli apparati a memoria, sperando di saperli ripetere all’interrogazione. Le formule che regolano i vari stati delle teorie fisiche, devono essere saputi applicare in problemi più o meno complessi, da qui la necessità di un metodo di studio che porti lo scolaro ad avere sempre in testa che cosa fare e come farlo nel miglior modo possibile. Ulteriormente lo studente dovrà avere anche una solida base matematica su cui poggiare i piedi; tale base servirà non solo per capire appieno le teorie studiate, ma anche per saper estrapolare da concetti matematici quelli fisici, dato che uno rappresenta la base dell’altro.

Pochi e semplici consigli

Una volta assodato il proprio metodo di studio, magari mediante l’utilizzo di schemi o appunti sintetici che riescano a fissare i concetti nel miglior modo possibile, si passa all’applicazione delle formule e delle teorie. Per evitare l’errore che viene commesso molto spesso in matematica ad esempio, quello cioè di spaventarsi di fronte a concetti che sono perlopiù astratti come equazioni, calcolo integrale e molto altro, la fisica in questo senso viene quasi incontro agli studenti, presentando modelli pressoché reali. In parole povere, la fisica è una materia “che si vede”, parlando di concetti e situazioni che in realtà noi tutti viviamo nella vita di tutti i giorni. Questa è una ottima base di partenza per riuscire a capire quanto in realtà studiare fisica, sempre avendo alle spalle una solida base matematica, possa divenire anche una esperienza molto divertente e gratificante, per chiunque ne possa essere affascinato. Altro consiglio da dare è sicuramente quello di procedere per gradi; partire dai concetti più semplici (come le leggi della termodinamica o la propagazione dei gas), fino ad arrivare mano a mano a quelli più complessi). In linea generale comunque si consiglia sempre di fare molto esercizio, e di mantenere allenata ed elastica la mente per poter “ospitare” successivamente i nuovi concetti.

Smartwatch free

Tags: , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑
  • Adv

  • Guarda che video!