Morti bianche, un altro grave incidente a Bergamo: morto un operaio

Morti bianche: ancora un altro grave incidente, stavolta in provincia di Bergamo, è costato la vita a un operaio. Si trattava di un uomo di 59 anni. Inutili i soccorsi.

morti bianche operai cantiere
Pixabay

Leffe (BG) – In un cantiere a Leffe, in provincia di Bergamo, oggi si è consumata una tragedia. Ancora una volta i dati sulle morti bianche in Italia crescono esponenzialmente. Stamattina è toccato a un operaio di 59 anni perdere la vita tragicamente. L’uomo, un autotrasportatore di Treviso, lavorava presso un’azienda che produce materie plastiche.

La fabbrica, dove si trovava la vittima al momento del tragico incidente, è sita in via Pezzoli d’Albertoni, al confine con Peia. L’operaio, Bruno Bardi, ha subito un grave trauma da schiacciamento. La dinamica dell’ennesima tra le morti bianche in Italia, non è ancora chiara.

A nulla purtroppo sono valsi i soccorsi: all’arrivo dei paramedici del 118, Bardi era già deceduto. La morte dell’uomo è avvenuta a causa del trauma subito da un carico di plastica del peso di 5 quintali. L’operaio era intento a scaricare l’imballaggio da un mezzo pesante che aveva parcheggiato all’interno del cortile dell’azienda. Nello staccare le cinghie che reggevano il carico, l’uomo è stato travolto e ucciso dal materiale imballato.

Morti bianche: un altro operaio in gravissime condizioni ad Ancona

La vicenda che ha visto il decesso di Bruno Bardi, operaio 59enne di Treviso, è un triste monito che riguarda le morti bianche in Italia. Da mesi ormai, si sta rinnovando un acceso dibattito sulla sicurezza sul lavoro, da parte dei sindacati. Ma la giornata di oggi non è ancora conclusa e da Ancona arriva un’altra triste notizia.

morti bianche sicurezza lavoro
Pixabay

Un giovane operaio di 24 anni, originario del Bangladesh, è stato trovato a terra, nello stabilimento di Finincantieri ad Ancona. Il ragazzo presentava una profonda ferita alla testa e i soccorritori del 118 lo hanno trasferito d’urgenza in codice rosso. Ora, il ventiquattrenne rimane in prognosi riservata ed è ricoverato all’Ospedale di Torrette.

->LEGGI ANCHE DONNA UCCISA MISTERIOSAMENTE: CLAMOROSA SVOLTA 26 ANNI DOPO

->LEGGI ANCHE INCIDENTE MORTALE A CATANZARO: NELLA TRAGEDIA, COINVOLTO UN OPERAIO

I carabinieri stanno continuando le indagini, tentando di stabilire la dinamica dell’incidente. Da una prima ipotesi potrebbe essere accaduto che il giovane operaio sia stato colpito, accidentalmente, da un martello caduto da un ponteggio. Al momento dell’evento, che si spera, non diventi l’ennesima delle morte bianche in Italia, non c’erano testimoni.