Tragedia sul lavoro, morto operaio di 58 anni: indagini in corso




Tragedia sul lavoro, ennesimo incidente fatale: morto un operaio di 58 anni dopo essere stato colpito da un palo. 

morti bianche operai cantiere
Pixabay

In Italia il bilancio delle vittime sul posto di lavoro continua ad aumentare. Questo pomeriggio un uomo è morto all’interno di un cantiere nautico. Stando alle prime ricostruzioni, l’operaio è stato colpito da un palo degli ormeggi che è crollato da una ruspa. Il 58enne è morto sul colpo: inutili i tentativi di rianimarlo da parte degli operatori del 118. Il tragico evento è accaduto ad Ostia: sul posto sono intervenuti anche i carabinieri che stanno cercando di ricostruire il tutto. L’ispettorato della Asl sta effettuando le verifiche per capire le condizioni di sicurezza in cui si è consumata l’ennesima tragedia.

Ostia, morto operaio: aumentano gli incidenti sul lavoro in Italia

Quella di Ostia è soltanto l’ultima tragedia capitata in questo periodo alquanto buio. Carlo Costantini, il segretario generale della Cisl Roma Capitale e Rieti, ha rilasciato già alcune dichiarazioni in cui ha ribadito che servono più controlli sui posti di lavoro e ha espresso la sua vicinanza all’operaio di 58 anni che ha perso la vita nel cantiere nautico.

istigazione violenza
Volante Carabinieri (Foto di djedj da Pixabay)

Sempre nel Lazio si è verificato un episodio analogo qualche giorno fa. Un operaio di 49 anni è deceduto a causa di un incidente sul lavoro. L’uomo faceva parte di una ditta di costruzioni ed è precipitato dal tetto di una ditta mentre stava effettuando un sopralluogo. I sindacati, già a fine maggio, si mobilitarono per richiedere una maggiore sicurezza sul lavoro.

–> Leggi anche Morte sul lavoro, perde la vita un operaio: la vicenda 

–> Leggi anche Ricette false: dottore nel mirino dei Nas, la vicenda 

Qualche giorno prima, ancora, morirono due uomini schiacciati da un trattore a Velletri. Nella sola Regione del Lazio ci sono stati diversi eventi drammatici. Considerando soltanto i primi tre mesi dell’anno, ad esempio, ci sono stati 19 incidenti mortali sul lavoro. Non a caso è stata avanzata una proposta di legge regionale su salute e sicurezza. Bisogna nuovamente investire risorse umane ed economiche per prevenire queste tragedie e soprattutto ridurre la pericolosità di alcuni cantieri.




POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

LE PIU' LETTE

NOTIZIE DA NON PERDERE