Alvaro Vitali, dal successo sul set alla crisi economica: la drammatica situazione dell’attore

Lo sapete che fine ha fatto Alvaro Vitali? L’attore di Pierino non si vede in giro da un po’ e non sta passando un momento facile: finito il successo, ora sta affrontando la crisi economica.

Alvaro Vitali è un famosissimo attore italiano, conosciuto soprattutto per aver interpretato per molti anni il ruolo di Pierino nei film della commedia sexy all’italiana che spopolarono tra gli anni ’70 e gli anni ’80. Oggi Vitali ha 71 anni d’età ed è sposato in seconde nozze con l’attrice e cantante Stefania Corona.

alvaro vitali pierino stecchino
Alvaro Vitali (Wikipedia Creative Commons)

Pochi sanno che la carriera di Alvaro Vitali è iniziata grazie al regista Premio Oscar Federico Fellini, che lo ha scoperto quando era ancora giovanissimo e gli ha permesso di recitare in film del calibro di “Amarcord”. Inizia così ad esibirsi anche come cabarettista, finché non guadagna i primi ruoli da co-protagonista in film comici.

Negli anni ’80 Alvaro Vitali diventa Pierino: inizia così la produzione di una serie di film nei quali Vitali interpreta sempre lo stesso ruolo, diventando una vera e propria maschera del cinema italiano, volto indelebile nella memoria di milioni di spettatori. Negli anni ’90, però, la cosiddetta commedia sexy esce di scena e anche Vitali cade nel dimenticatoio.

Negli anni 2000 Alvaro Vitali ha provato a rilanciarsi iniziando una collaborazione con lo show di Canale 5 “Striscia la Notizia” e qualche anno dopo è anche concorrente del reality-show “La Fattoria“. A distanza di anni, oggi Vitali non se la passa benissimo: ecco cosa sappiamo sul suo conto.

Ecco che fine ha fatto Alvaro Vitali

alvaro vitali pierino oggi anni età
Alvaro Vitali (screenshot Instagram)

Dal successo sul set alla crisi economica il passo a volte può essere molto breve. Alvaro Vitali ha confessato di essersi ritrovato in una drammatica situazione economica a causa delle mancate offerte di lavoro. Lui stesso ha confessato le difficoltà della vecchiaia, aumentate da quando nel 2012 è andato in pensione.

Percepisco una pensione di poco più di 1000 euro al mese“. Non proprio una cifra minima, anche se a giudicare dalla lunga carriera da attore, c’era da aspettarsi una pensione ben più lauta: “Non mi hanno mai pagato i contributi di moltissimi film“, svela al pubblico, “è per questo che sono finito in queste condizioni“.

Anche per questo Vitali sta cercando di tornare a lavorare: ogni tanto si esibisce in spettacoli di cabaret insieme a sua moglie e di recente è tornato a recitare in film come “Mò Vi Mento – Lira di Achille”, “Buon lavoro” e il cortometraggio “Vivi la vita”. Quanto basta per racimolare un po’ di soldi e godersi la vecchiaia.