Gerry Scotti, il retroscena sulla dura malattia: il retroscena drammatico

Il conduttore Gerry Scotti ha rivelato dettagli sconcertanti circa la sua malattia: vediamo nel dettaglio di cosa si tratta

Viene considerato uno dei conduttori più bravi in assoluto che gode la televisione italiana, alcuni lo hanno definito l’erede di Mike Bongiorno in quanto la sua competenza infinita, la sua ironia e professionalità è stata in grado, nel corso degli anni, di conquistare il pubblico italiano: stiamo parlando di Gerry Scotti. Tra le sue trasmissioni più importanti da lui condotte ricordiamo il tg satirico Striscia la notizia insieme alla splendida Michelle Hunziker, il game show Chi vuol essere milionario?, e ancora Passaparola e Tu si Que Vales in qualità di giudice.

 

gerry sorride
curiosità (foto web)

La sua carriera si apre con la partecipazione a diversi programmi radiofonici, in quanto egli è stato sin da subito appassionato di quello che rappresenta in generale il mondo dello spettacolo, esordendo inizialmente nel programma Radio Hinterland Milano2, a seguire a fine anni Settanta a Radio Milano International con le rubriche Il mercatino delle pulci, dove leggeva messaggi di alcune persone che cercavano o volevano vendere oggetti usati, proseguendo ancora con  Il puntaspilli, fino ad arrivare una delle voci fondamentali della radio di quei tempi.

Nel lontano 1982 approda a Radio Deejay dove il grande Claudio Cecchetto riesce a convincere Scotti a rimanere in Italia dopo una grossa proposta all’estero, divenendo la prima voce di Radio Deejay. Ha confessato in un’intervista che ai suoi genitori quando Gerry ha dato la notizia di voler continuare a lavorare nel mondo dello spettacolo non l’hanno presa benissimo affermando: “Avevo un ottimo stipendio, un sacco di benefit, persino il dentista pagato. Così, quando dissi a casa che volevo darmi allo spettacolo, per poco a mia mamma non prendeva un coccolone”. 

Il suo primo esordio nel mondo della televisione, è stato con un programma musicale DeeJay Television, dove per la prima volta venivano trasmessi videoclip legati alla musica, successivamente si dedica ad altri programmi che hanno fatto di lui un vero e proprio erede dei grandi maestri della conduzione come Campionissimo, La sai l’ultima?, Passaparola, Chi vuol essere milionario fino a Italia’s Got Talent e Caduta Libera. 

Il conduttore tra i più amati dagli italiani ha dovuto affrontare una malattia che gli ha cambiato il modo di guardare le cose: il Covid-19.

Il ricordo della malattia affrontata da Gerry

gerry sorride
ricordo (foto web)

Il conduttore, esattamente un anno fa, ha dovuto affrontare un vero dramma, ossia la terapia intensiva per aver contratto il mostro del Covid-19. Egli ha sempre ringraziato chi in quei giorni, tra medici e infermieri, lo hanno curato al meglio.

Ha affermato: “Se dieci giorni dopo sono stato giudicato guarito e ancora ‘utilizzabile’ per i prossimi vent’anni, questo lo devo all’organizzazione della Regione Lombardia, alla sua macchina sanitaria e agli uomini e alle donne che ci lavorano”