Gianni Morandi, lo straziante lutto che gli ha spezzato il cuore: “Purtroppo mi manca…”

Gianni Morandi e il lutto che gli ha spezzato il cuore e gli ha cambiato la vita: ecco di chi si tratta, i dettagli della vicenda

I suoi successi ancora oggi si tramandano di generazione in generazione, la sua musica è stata fin da sempre una grande novità nel corso degli anni che si è modificata adattandosi al nuovo genere musicale dei nostri giorni, tanto che i suoi feautring lo hanno visto protagonista con Fabio Rovazzi, nel brano Volare: stiamo parlando del maestro per eccellenza della musica italiana, Gianni Morandi. Tra i successi che lo hanno reso noto possiamo ricordare In ginocchio da te, Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte, Si può dare di più, C’era Un Ragazzo Che Come Me Amava I Beatles E I Rolling Stones.

 

gianni morandi sorride
curiosità (foto web)

I suoi successi lo hanno portato più volte a vincere premi e riconoscimenti, inoltre hanno portato oltre 50 milioni di dischi venduti in tutto il mondo. Grazie alla sua professionalità ha condotto il Festival di Sanremo per le edizioni 2011 e 2012 essendo anche direttore artistico. Prima di approdare nel mondo della musica egli ha svolto altri lavori come venditore di bibite nel cinema della sua città, ma anche come aiutante del padre in negozio.

Quel periodo nella bottega di suo padre se lo ricorda bene tanto che in un’intervista ha svelato dettagli circa quegli anni: “Nella bottega di mio padre, al mattino, prima di cominciare a lavorare lui mi costringeva a leggere ad alta voce alcune pagine del Capitale di Karl Marx e cinque metri del quotidiano l’Unità: era quella la misura giusta stabilita dal suo senso del dovere politico ideale prima di cominciare una giornata di lavoro. In famiglia però cantavamo tutti. In seguito vennero le feste dell’Unità dove fui invitato e, con un cachet di mille lire a serata, mi esibii finalmente su un palco. Era il tempo dei bambini prodigio, così la domenica facevo due esibizioni, una pomeridiana e l’altra serale. Mille lire ciascuna e da allora non ho mai smesso di cantare”. 

Nel 1962 avvenne il suo esordio con la canzone Andavo a cento all’ora, scritto da un emigrante in Francia con Toni Dori, e Franco Migliacci, che per l’occasione si firma con lo pseudonimo di Camucia inciso con l’orchestra di Ennio Morricone.  questo successo si aggiunse un altro, Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte raggiungendo il successo assoluto con più di un milione e mezzo di copie vendute e il primo posto della classifica hit parade per diciassette settimane consecutive.

Nonostante una carriera straordinaria, un successo strepitosi e dei brani che vengono considerati la vera storia della musica italiana, egli ha pubblicato su Instagram una foto con una persona scomparsa da molto tempo che non ha mai dimenticato.

Il ricordo di Gianni Morandi

gianni commosso
il ricordo (foto web)

Gianni Morandi, molto attivo sui social, ama condividere parte della sua giornata e della sua vita quotidiana sui social e questa volta ha deciso di pubblicare un ricordo a lui tanto caro che è vivo nella sua mente e nel suo cuore: una foto in compagnia di suo padre scomparso più di 50 anni fa.

Una foto in bianco e nero che lo ritrae sorridente insieme a suo padre con una descrizione che ha commosso il popolo del web: “Oggi mio padre “compie” 100 anni. È nato il 30 novembre 1921 e purtroppo mi manca da 50 anni.
È la persona che mi ha cresciuto, educato, formato e preparato ad affrontare la vita.
Avrei ancora bisogno della sua presenza e dei suoi consigli”.