Gerry Scotti, la scoperta della malattia fatale: “devo guarire perché…”

Il conduttore Gerry Scotti e la scoperta della malattia fatale, la sua vita appesa ad un filo: ecco cosa è successo

Lo considerano l’erede di Mike Bongiorno in quanto è uno dei migliori conduttori della storia della televisione italiana. I suoi programmi si sono rivelati sempre un successo grazie alla sua enorme professionalità, il suo talento e la sua bravura ed un pizzico di ironia che nel mondo comunicativo non fa mai male. Prima di passare alla conduzione televisiva dei quiz più di successo come Chi vuol essere milionario?, Passaparola e Caduta Libera, all’inizio della sua carriera si è dedicato alla conduzione radiofonica passando per molte radio importanti divenendone successivamente la prima voce: stiamo parlando di Gerry Scotti.

 

gerry pp sorride
curiosità (foto web)

Prima di raggiungere il successo, Gerry non hai smesso ricordare come ha mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo confessando che i suoi primi esordi sono avvenuti  Radio Hinterland Milano2, passando a fine anni Settanta a Radio Milano International dove si occupava di una rubrica dal titolo Il mercatino delle pulci, dove aiutava spettatori ad acquistare e vendere prodotti seguito da una seconda rubrica Il puntaspilli una rubrica di annunci per poi finalmente assicurarsi un posto in radio come prima voce.

Ad aiutarlo in questa impresa ardua fu Claudio Cecchetto che chiese di rimanere in radio convincendo Gerry a rifiutare un posto in America. Egli ha affermato come hanno reagito i genitori alla scelta presa riguardante il suo futuro in radio: “Avevo un ottimo stipendio, un sacco di benefit, persino il dentista pagato. Così, quando dissi a casa che volevo darmi allo spettacolo, per poco a mia mamma non prendeva un coccolone”. 

I suoi show, i quiz e i varietà si sono rivelati sempre un successo tanto che per il 44% della popolazione italiana, il volto di Gerry può essere attribuito al maestro dei quiz televisivi, Mike Bongiorno, divenendo un vero erede. Il suo esordio televisivo, invece, avviene nel 1983 con un programma musicale dal titolo DeeJay Television, dove per la prima volta cominciavano a trasmettere videoclip musicali. In seguito ha raggiunto la notorietà con i suoi famosi programmi come Campionissimo, La sai l’ultima?, Passaparola, Chi vuol essere milionario fino a Italia’s Got Talent e Caduta Libera. 

Gerry Scotti ha vissuto un dramma che gli ha cambiato totalmente il modo di vedere le cose e la forza nel superare tale momento gliel’ha data la sua nipotina.

Il dramma vissuto da Gerry Scotti

gerry piange
il dramma (foto web)

Gerry, come altri personaggi dello spettacolo hanno dovuto affrontare un dramma molto grave, ossia il mostro del Covid-19, un mostro che ancora del tutto il mondo non se n’è liberato.

Un momento davvero duro per Gerry che è stato ricoverato per dieci giorni in terapia intensiva all’ospedale di Rozzano al Covid Center dell’Humanitas. 

Egli in un’intervista ha rivelato: “Quando ero grave il pensiero di mia nipote Virginia mi ha aiutato: mi sono detto: ‘devo guarire perché tra un mese nasce mia nipote ed io ci voglio essere’”.

La gioia di diventare nonno, nonostante i valori del fegato dei reni e del pancreas erano tutti sballati, era troppo forte e grazie a questo è riuscito a superare tale ostacolo.