Flavio Briatore, il duro sfogo ai danni del Governo italiano: “È inaccettabile”

Flavio Briatore non ci sta e si scaglia contro il Governo italiano affermando che il modo in cui si sta comportando è davvero inaccettabile.

Flavio Briatore è un imprenditore piemontese classe 1950. Dopo il diploma da geometra, inizia a lavorare come maestro di sci e come gestore di alcuni ristoranti fino ad aprirne uno suo che, però, chiude nel giro di poco tempo. Diventa assicuratore e si trasferisce a Milano per vivere al meglio l’ambiente della Borsa e qui inizia a fare le prime conoscenze importanti come quella con la famiglia Benetton. Si interessa al mondo della Formula Uno consapevole che non si tratta solo di uno sport, ma di un business.

È a capo della Benetton e poi della Renault fino al 2009 quando, a seguito di un incidente pilotato, viene allontanato dal team e dal mondo delle corse. Trova delle alternative come i suoi Billionaire, i Twiga ed il lussuoso resort in Kenya frequentato da vip. Per quanto riguarda la sua vita privata, dal 1983 al 1987 è stato sposato con Marcy Schlobohm. È stato fidanzato con Naomi Campbell ed Heidi Klum che lo ha reso padre di Leni (2004). Dal 2008 al 2017 è stato sposato con Elisabetta Gregoraci che lo ha reso padre di Nathan Falco (2010).

Flavio Briatore si scaglia contro il Governo italiano: le sue parole

Da quando stiamo vivendo il periodo di pandemia, Flavio Briatore non si è mai risparmiato ed ha voluto dire la sua, anche a costo di andare contro il Governo italiano, ma è sempre stato al fianco della popolazione. Nonostante lui non abbia problemi economici, si è fatto spesso paladino di alcune richieste.

Ed è così anche questa volta, tramite un video pubblicato sul suo profilo Instagram, Briatore afferma che è da qualche mese che sentiamo dichiarazioni dei vari ministri italiani dove si vantano di aver gestito meglio di tutti la situazione dei contagi e che l’Italia è un paese da prendere come esempio. Salvo poi mettere le restrizioni più severe che ci siano in Europa. L’imprenditore è consapevole che tutto questo sia giusto poiché siamo in un periodo di emergenza, ma bisognerebbe dichiarare anche l’emergenza fiscale poiché le tasse da pagare rimangono. Come fa un imprenditore chiuso da due anni a pagare il 100% delle tasse senza neanche la possibilità di rateizzare, se non ha soldi da parte e se non ha guadagnato? Ad esempio i commercianti e gli albergatori.

Secondo Briatore è incomprensibile come le restrizioni siano molto severe, ma come il fisco continui ad andare avanti. “Dovete spiegarmi come fanno a pagare tutte le tasse in una sola volta?” si domanda e si chiede come faccia il governo a voltare le spalle quando questa emergenza riguarda famiglia ed imprese massacrate. Ma nessuno fa nulla e nessuno dice nulla, per Briatore tutto questo “E’ inaccettabile”.

Flavio Briatore e l’emergenza Covid

Flavio Briatore ha avuto il Covid nell’agosto 2020 quando, durante un ricovero all’Ospedale San Raffaele di Milano, è risultato positivo ed anche prima del lockdown ha avuto febbre alta ed una brutta polmonite.

Nonostante questo, è consapevole che bisogna stare attenti ed adottare tutte le misure di protezione possibile, ma è impensabile bloccare un intero paese senza concedere dei ristori o degli aiuti a chi è in difficoltà.