Luisa Ranieri, la sofferenza per la morte del padre: “Mi è mancato l’amore…”

Luisa Ranieri confessa la sofferenza per la morte di suo padre. L’attrice di “È stata la mano di Dio” mette in piazza il dolore per la mancanza di una figura paterna e spiega come ha colmato questo vuoto. 

Luisa Ranieri è un’attrice napoletana di 48 anni d’età, nota anche per essere la moglie di Luca Zingaretti, l’attore del Commissario Montalbano. La fama di Luisa Ranieri è cresciuta a dismisura negli ultimi giorni grazie alla sua partecipazione nel nuovo film del regista Premio Oscar Paolo SorrentinoÈ stata la mano di Dio“.

luisa ranieri paolo sorrentino è stata la mano di dio
Luisa Ranieri e Paolo Sorrentino sul set di “È stata la mano di Dio” (screenshot Instagram)

Nel film di Sorrentino, uscito al cinema e su Netflix, Luisa Ranieri interpreta il ruolo di Patrizia, la bellissima e irriverente zia del protagonista Filippo, che nel film simboleggia la creatività e il desiderio di fuga dalla realtà attraverso l’immaginazione. La pellicola la vede anche impegnata in una scena di nudo integrale destinata a diventare iconica.

Per quanto riguarda il matrimonio con Zingaretti, invece, le nozze risalgono al 2012. Tuttavia, Luisa e Luca stanno insieme da almeno quindici anni e insieme hanno avuto anche due figlie femmine: la prima si chiama Emma ed ha 10 anni, la seconda si chiama Bianca ed ha solo 6 anni.

Il quadro familiare disegnato fin qui, però, non è completo. Nella vita privata di Luisa Ranieri non è stato sempre tutto rose e fiori: l’attrice nata a Napoli ha confessato in un’intervista di aver sofferto molto in gioventù a causa della mancanza di una figura paterna che le desse l’amore di un padre. Ecco che cosa ha raccontato.

L’attrice Luisa Ranieri confessa il suo dolore

luisa ranieri attrice padre
Luisa Ranieri (screenshot Instagram)

Da bambina Luisa Ranieri è cresciuta al Vomero, quartiere di Napoli, ma ha dovuto affrontare una grande mancanza nella sua vita: infatti, suo padre è morto e lei è cresciuta senza papà, sola con la mamma, almeno nella prima infanzia. Più tardi, sua madre si è risposata e l’attrice ha potuto godere almeno dell’affetto del patrigno.

Mi sarebbe piaciuto poterlo conoscere meglio“, dice Luisa Ranieri a proposito di suo padre e confessa: “Mi è mancato l’amore di mio padre“. È pur vero che il suo patrigno ha in qualche modo mitigato la sua sofferenza, ma è evidente che sia impossibile paragonare l’affetto e l’amore di un padre con quello di un patrigno.

In parte, Luisa Ranieri ha colmato questo grande vuoto nella sua vita attraverso il fidanzamento e il successivo matrimonio con il suo attuale marito Luca Zingaretti: “Nella vita ogni volta che si affronta un dolore poi si rinasce. Ogni volta bisogna avere la forza di ripartire“.