Smettere di fumare, dovresti farlo subito: scopri come cambia il tuo corpo senza questa dipendenza

Sono oltre 1 miliardo le persone che fumano in tutto il mondo, e questo vizio sembra essere più diffuso tra la popolazione di sesso maschile. Secondo le ultime statistiche, inoltre, la pandemia del 2020 ha causato un aumento del consumo di tabacco, dovuto allo stress e alle costrizioni. 

Ogni boccata di fumo, il nostro corpo inala circa 4 mila sostanze chimiche, di cui ottanta cancerogene, come monossido di carbonio, nicotina, catrame e sostanze radioattive.

Tutti conosciamo i principali danni che il fumo può causare alla nostra salute, anche in caso di fumo passivo, ma sappiamo cosa succede al nostro corpo quando smettiamo di fumare?

smettere di fumare
smettere di fumare (foto web)

Sigarette elettroniche, un’alternativa ma non una certezza

La dipendenza dal fumo è difficile da superare ed eliminare. Sembra che nemmeno il passaggio alle sigarette elettroniche rappresenti una certezza per smettere di fumare. Questo dispositivo, che permette di inalare vapore, è dotato di batteria che permette di azionare e ricaricare la sigaretta quando si vuole. Ultimamente ne esistono di vario genere, ed è possibile scegliere anche il gusto e il sapore.

La dottoressa Elena Munarini dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, consiglia al primo passaggio da sigaretta normale a quella elettronica, di utilizzare quelle con nicotinaperchè solo in questo modo si potrà evitare di esporsi alla sindrome da astinenza e avere più possibilità di successo, sostituendo le sigarette con le e-cig“.

L’astinenza da nicotina provoca sintomi precisi come stanchezza, agitazione, irritabilità, disturbi difficili da controllare e da superare. Ma una volta riusciti a liberarci dalla dipendenza da queste sostanze, il nostro organismo risponderà. Vediamo come.

sigaretta elettronica
sigaretta elettronica (foto web)

Il primo segnale, che fa rimandare spesso la decisione di smettere, è la tendenza ad un aumento di peso dovuto al maggiore consumo di sostituti della sigaretta, come cibo e dolci. Ma i benefici sull’organismo sono numerosi ed enormi: dopo 5 anni dallo stop al fumo, il rischio di contrarre alcuni tipi di tumori diminuisce, e dopo 10 anni il rischio di cancro al polmone si dimezza.

Il corpo, inoltre, riprende con più forza ad affrontare le attività quotidiane che si svolgono con minore affanno, ed anche la bellezza ne trae giovamento, con denti e dita meno gialli, alito più fresco. Pelle e capelli già dopo poche settimane risultano più lucenti e sani. Senza contare, infine, il grande risparmio economico, circa 1.800 euro all’anno, per un fumatore da una media di un pacchetto al giorno.