Cielo rosso in Cina, incredibile la premonizione di questo artista

Fenomeni strani, inspiegabili, che ci lasciano senza fiato. Ogni giorno assistiamo ad eventi che non capiamo e che, ammettiamolo, spesso ci suggestionano. Questi eventi, sempre più frequenti, mettono spesso paura e soprattutto fanno nascere molti interrogativi su cosa sta davvero succedendo intorno a noi.

Siamo divisi da sempre tra chi crede e chi non crede, e questo riguarda tutto ciò che ci circonda.

L’ultimo fenomeno che ha scosso molte persone nel mondo è accaduto in Cina, dove il cielo si è completamente tinto di rosso.

Cielo rosso Cina
Cielo rosso Cina (foto web)

Che è successo in Cina

I cittadini cinesi ricorderanno la giornata del 7 maggio per molto tempo. Nella provincia di Zhejiang, improvvisamente il cielo ha cambiato colore: da azzurro è diventato completamente rosso. I testimoni dicono di aver visto una luce nel cielo, seguita dall’immediato cambiamento di colore.

Il fenomeno è rimbalzato online sui siti e social di tutto il mondo, grazie agli innumerevoli video e foto pubblicati da chi è stato testimone diretto. Molti cinesi si sono impauriti, ed hanno affermato di non aver mai visto un fenomeno simile in tutta la loro vita.

Il misterioso fenomeno nell’urlo di Munch

Questo strano fenomeno sembra in realtà aver avuto già un precedente, nel 1770, ma allora il cielo rosso durò per ben nove giorni, fatto che inizialmente venne legato all’attività solare – fatto poi smentito dai metereologi.

Ma il cielo rosso si è già visto in una immagine conosciuta praticamente in tutto il mondo. Stiamo parlando dell’Urlo di Munch, quadro dipinto nel 1893 simbolo del movimento espressionista e diventato una vera e propria icona.

Urlo Munch
Urlo Munch

Munch stesso ha raccontato ”Una sera passeggiavo per un sentiero, da una parte stava la città e sotto di me il fiordo… Mi fermai e guardai al di là del fiordo, il sole stava tramontando, le nuvole erano tinte di rosso sangue. Sentii un urlo attraversare la natura: mi sembrò quasi di udirlo. Dipinsi questo quadro, dipinsi le nuvole come sangue vero. I colori stavano urlando. Questo è diventato L’urlo”.

Degli scienziati del Texas sono risaliti al punto esatto nel porto di Oslo che il pittore ha riprodotto, ma resta il dubbio sul perché il cielo fosse rosso. Secondo gli studi, è probabile che Munch avesse riprodotto un fenomeno visto anni prima, ovvero l’eruzione del vulcano Krakatoa, avvenuta il 27 agosto 1883.

L’evento naturale avrebbe provocato all’epoca una quantità enorme di gas e polvere che si sono sviluppati nell’atmosfera riproducendo al tramonto questo colore rosso fuoco, quello che Munch avrebbe riprodotto nel suo Urlo.

Una spiegazione simile è stata data dallo staff dell’Ufficio metereologico di Zhoushan, riguardo il cielo rosso in Cina, attribuendolo a una condensa di acqua nell’atmosfera; le nuvole molto basse hanno provocato una rifrazione della luce dei pescherecci del porto.