Macchie sul tappeto, se non segui questo consiglio rischi di doverlo buttare per sempre

I tappeti sono un elemento di arredo amato da molte persone, e nasce addirittura nell’antica Persia. Ce ne sono di moltissimi tipi, e di tanti tessuti. Esistono tappeti da cucina e da bagno, fatti per gli utilizzi quotidiani. I tappeti da camera e da salone hanno un ruolo più decorativo, ma se si macchiano sono dolori.

Avere un tappeto in casa piace a molti, ma bisogna trattarli con grande cura ed attenzione. Chi ha degli animali in casa, spesso rinuncia a comprare un tappeto per paura di rovinarlo.

Ma che succede se un tappeto, magari anche costoso, si dovesse macchiare accidentalmente?

Macchia sul tappeto
Macchia sul tappeto (foto web)

Il sito specializzato Tuttosuitappeti ha dedicato un capitolo a questo delicato problema per chi ha in casa questi bellissimi elementi che rendono più belle le nostre case. Se ci accorgiamo che qualcosa è caduto sul tappeto macchiandolo, ci sono degli accorgimenti che possiamo usare. Ma se non facciamo la cosa più importante, questi ultimi rischiano di essere invani.

Se non si interviene immediatamente, c’è il rischio che la macchia penetri nel tappeto e che sia più complicato eliminarla man mano che il tempo passa. Se sul tappeto è caduto qualcosa, anche liquido, il cui eccesso si può togliere, fatelo, e diluitelo con acqua fredda se possibile. Una goccia di liquido per piatti potrebbe essere utile.

Importante è usare un panno o dei fazzoletti per tamponare i liquidi; non sfregare, per evitare che il liquido si espanda e penetri di più nel tappeto. In ogni caso, andare in direzione dai bordi verso il centro del liquido versato. Usare una spazzola per abiti potrebbe aiutare, come aiutarsi con un asciugacapelli per appunto asciugare la zona.

Se presa in tempo, la macchia può anche essere trattata con uno smacchiatore, ma attenzione che sia delicato. La cosa più importante, però, è prendere la macchia in tempo, altrimenti il rischio che il tappeto si rovini per sempre è molto alto.