Energie rinnovabili, l’incredibile scoperta per permettere l’accesso all’acqua potabile per tutti

L’acqua è fonte di vita, lo sappiamo tutti. Attualmente nel mondo 2 miliardi di persone vivono senza possibilità di accesso alle acque potabili, ma l’obiettivo è cercare di ottenere acqua e servizi igienici per tutti entro il 2030. Ora una tecnologia innovativa mette le basi per rendere ciò possibile.

Gli Italiani sono i cittadini europei che sprecano più acqua, il loro consumo personale è di 220 litri contro i 165 litri di media europea.

Aumenta però anche il livello di sensibilità verso il problema, con il 73% che dichiara di chiudere i rubinetti per evirare sprechi, e circa il 49% fa docce più brevi.

Marina Tech Helio
Marina Tech Helio (ph: marinatech.fr)

Nel mondo, secondo gli ultimi dati in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, l’87% della popolazione mondiale (pari a circa 5,9 miliardi di persone) accede a fonti di acqua potabile, mentre quasi il 39% (pari a oltre 2,6 miliardi di persone) non dispone di servizi igienico-sanitari di base.

Questa problematica è legata all’inquinamento e allo spreco che facciamo di questo bene prezioso. In particolare quest’anno il tema è legato alle riserve idriche sotterranee, e alla possibilità per il futuro di poterle utilizzare.

E proprio per cercare di contribuire a rendere l’acqua potabile accessibile a chi ancora non può, la società francese Marine Tech ha progettato Helio-Water, un dispositivo innovativo per produrre acqua in modo sostenibile e rispettando l’ambiente.

La società spiega che “grazie alle energie rinnovabili, è possibile produrre acqua potabile dall’acqua di mare e trattare qualsiasi tipo di acqua non idonea al consumo umano“. Ed è proprio dal processo naturale di distillazione solare, Marine tech è riuscita a sviluppare un sistema di produzione dell’acqua semplice ed efficiente chiamato HELIO.

Helio Marina Tech
Helio Marina Tech

HELIO è “un’unità di produzione di acqua potabile da acqua di mare o qualsiasi tipo di acqua non idonea al consumo umano e funzionante solo con energie rinnovabili disponibili in loco“. In pratica, si tratta di grandi cupole montate su un telaio metallico in grado di utilizzare l’energia solare per trasformare l’acqua del mare e l’acqua inquinata in acqua potabile e pulita.

Helio è al 100% autonomo, usa solo energie rinnovabili e tratta qualsiasi tipo di acqua. E’ resistente alle intemperie, non inquina, ha una bassa manutenzione, e l’installazione è semplice e rapida. Ogni unità copre il fabbisogno d’acqua giornaliero di 5 persone.

Una start-up che può rivoluzionare la lotta ad uno dei più gravi problemi mondiali.