E’ un oggetto di cui si parla poco, ma se manca dobbiamo correre a comprarlo, ecco a cosa serviva veramente

E’ uno di quegli oggetti che è sempre utile avere in casa, e quando non c’è spesso ci pentiamo di non averlo comprato. Parliamo di quello che chiamiamo Scotch, il nastro adesivo che tutti usiamo. Questo oggetto fu inventato nel 1930 da un ingegnere americano, ma la storia di come è stato creato è davvero incredibile. 

Il giovane ingegnere lavorava per l’azienda statunitense 3 M (Minnesota Mining and Manifacturing), e l’invenzione fu il classico lampo di genio.

Lo scotch è uno dei tanti oggetti dei quali si parla poco, ma se mancano lo sentiamo subito. La sua comodità e utilizzo vario, sono ormai dei punti fermi in mille e più attività. Ma abbiamo mai pensato a come è nato?

Scotch Drew
Scotch Drew

In The Evolution of Useful Things, Henry Petroski ha raccontato la storia della nascita dello scotch. La 3 M (Minnesota Mining and Manifacturing) nel 1905, decide di entrare nel mercato della carta vetrata, e per questo apre un laboratorio sperimentale per creare una carta abrasiva che non rilasci troppe particelle nell’aria.

Siamo negli anni ’20 e i casi di avvelenamento da piombo (a causa delle polveri rilasciate dalle smerigliatrici) tra gli operai che lavoravano alla produzione di automobili, rappresentava un grave problema.

Un giovane ingegnere assistente di laboratorio, Richard Drew, si accorse della difficoltà nella verniciatura delle macchine bicromate, in occasione della vendita del Sandpaper che era stato prodotto dalla 3M.

I carrozzieri, per tinteggiare in maniera ottimale, mascheravano le parti da coprire con carta di giornale, fissandola al veicolo con della colla; questo metodo chiaramente portava via la vernice. Per questo Drew si mise a studiare una soluzione in laboratorio, e nel 1925 produce un nastro fatto di carta crespa trattata e un misto di colla da falegname e glicerina, non troppo adesivo e facile da rimuovere.

Scotch
Scotch (foto web)

Nasce così lo Scotch Brand Masking Tape (nastro per mascheratura), è un immediato successo. Il nome Scotch sembra arrivi da un’esclamazione di un meccanico verso un venditore “Take this tape back to those Scotch bosses of yours and tell them to put adhesive all over the tape, not just on the edges”(Riporta questo nastro a quei tuoi capi scozzesi e digli di mettere l’adesivo su tutto il nastro, e non solo sui bordi).

Questo perché inizialmente l’adesivo veniva applicato solo ai bordi del nastro. Lo scotch fu poi rinominato “nastro adesivo cellophane”, poiché veniva utilizzato prevalentemente da fornai, fruttivendoli e macellai per sigillare la pellicola trasparente in cui vendevano i propri prodotti.