Aloe vera, la sostanza dalle mille proprietà benefiche ha una controindicazione che può risultare fatale, attenzione a come si usa

Si parla moltissimo, specie negli ultimi anni, dei benefici dell’aloe vera sotto molti punti di vista. Principalmente è conosciuta come componente importante nella produzione di prodotti cosmetici. La famosa Clinica Mayo, ha messo in guardia su un tipo di utilizzo specifico dell’aloe. 

Tra i benefici dell’aloe vera, c’è l’aiuto nel combattere le rughe, la forfora, la caduta dei capelli, e lo stimolo alla ricrescita dei capelli.

Aloe controindicazioni
Aloe controindicazioni

Oggi il mercato intorno a questa pianta è molto ampio e ricco di prodotti di qualità, ma bisogna fare attenzione al modo in cui si utilizza questa pianta.

La Clinica americana ricorda come il gel trasparente sia presente nelle creme per il trattamento dell’acne e delle ustioni cutanee, ma sottolinea che il lattice giallo è un lassativo che viene consumato per trattare la stitichezza.

Bisogna fare attenzione all’uso interno dell’aloe, perché può presentare controindicazioni per le donne che allattano, in gravidanza, persone con emorroidi, calcoli alla vescica, appendicite. Il lattice di aloe è il principale nemico vera può causare alcuni danni ai reni e può essere così pericoloso che la persona che ingerisce almeno 1 grammo può perdere la vita.

La Clinica Mayo spiega che “Il lattice di aloe non lavorato contiene sostanze chimiche che apparentemente possono causare il cancro e il lattice di aloe trasformato può avere composti cancerogeni“. Per questo motivo la Clinica consiglia di non ingerire l’estratto di foglia intera.