Missioni spaziali, l’importante novità comunicata in queste ore dalla NASA che cambierà il modo di andare nello Spazio

Andare nello spazio sarà sempre più confortevole, anche dal punto di vista dell’abbigliamento degli astronauti. La NASA ha infatti selezionato Axiom Space e Collins Aerospace per migliorare le capacità di passeggiate spaziali nell’orbita terrestre bassa e sulla Luna. Vediamo che succederà nello Spazio.

Le società selezionate sono state scelte dalla gara di appalto Exploration Extravehicular Activity Services (xEVAS), e forniranno una suite completa di capacità per le esigenze di passeggiate nello spazio della NASA durante il periodo di attuazione fino al 2034.

Spacesuits Nasa
Spacesuits Nasa (ph NASA)

Questi servizi forniranno agli astronauti tute spaziali di nuova generazione e sistemi di passeggiate spaziali per lavorare fuori dalla Stazione Spaziale Internazionale, esplorare la superficie lunare nelle missioni Artemis e prepararsi per le missioni umane su Marte.

L’esperienza della NASA è sfruttata al massimo per supportare la scienza continua presso il laboratorio orbitante e l’esplorazione umana a lungo termine sulla Luna sotto Artemide, incluso lo sbarco della prima donna e della prima persona di colore sulla superficie lunare.

Gli esperti della NASA hanno definito gli standard tecnici e di sicurezza in base ai quali saranno costruite le tute spaziali e le società selezionate hanno concordato di soddisfare questi requisiti chiave dell’agenzia. I partner commerciali saranno responsabili della progettazione, sviluppo, qualificazione, certificazione e produzione di tute spaziali e attrezzature di supporto per abilitare la stazione spaziale e le missioni Artemis.

La NASA e i nostri partner svilupperanno tute spaziali avanzate e affidabili che consentiranno agli esseri umani di esplorare il cosmo come mai prima d’ora“, ha affermato Vanessa Wyche, direttrice del Johnson Space Center della NASA a Houston. “Collaborando con l’industria, stiamo facendo avanzare in modo efficiente la tecnologia necessaria per mantenere gli americani su un percorso di scoperta di successo sulla Stazione Spaziale Internazionale e mentre ci prefiggiamo di esplorare la superficie lunare”.