In questo ristorante i cuochi non sono mai quello che sembrano, ecco che succede nelle cucine di questo posto unico al mondo

Ci sono ristoranti davvero particolari, unici nel loro genere, e quello di cui parliamo è uno di questi. Si trova nella Grande Mela, da sempre luogo dove le contaminazioni e le novità sono di casa. Vediamo cosa succede in questo ristorante davvero particolare.

Si tratta di un ristorante “italiano” ad Hyatt Street. A capo della cucina è Adelina Orazzo, donna di origini italiane. Ma ad aiutarla in cucina ci sono delle compagne davvero speciali.

Enoteca Maria
Enoteca Maria

La Guida Michelin lo presenta così “Non c’è bisogno di avventurarsi lontano a Staten Island per un ottimo italiano. L’Enoteca Maria si trova a pochi isolati dal St. George Terminal e vi è stata offerta da Joe Scaravella, il cui libro di cucina, La casa della nonna, gli ha fatto guadagnare (e questo piccolo gioiello) molti applausi. Con il suo marmo di Carrara e l’atmosfera vivace, la maggior parte dei buongustai si riversa qui per una certa autenticità che raramente viene sacrificata”.

Il locale si presenta raccontando bene la “missione” che l’ha portato ad essere amato ovunque, “Vere nonne da ogni paese del mondo sono invitate e assunte come chef per cucinare le ricette tramandate loro che cucinano in casa per le loro famiglie, che costituiscono il tessuto della cultura in cui sono nate e cresciute”, raccontando che il linguaggio universale della cucina è un modo per mantenere le interconnessioni culturali.

Ogni sera, il menu cambia a seconda di quale nonna presiede la cucina, come in Nina dalla Bielorussia, che potrebbe servire una salat Odessa mescolando melanzane grigliate, cipolla rossa, pomodoro e prezzemolo. Le lasagne di Adelina arrivano come una stratificazione ispirata di zucchine, pesto di basilico e formaggio cremoso, il tutto condito con parmigiano. E per un po’ di dolce prova la torta di vaniglia di Melissa servita con panna montata.”

Nel sito ufficiale, un calendario aggiornato pubblica le date delle nonne ospiti. Domani cucina Nonna Irene del Puerto Rico, e domenica 12 giugno Nonna Maral da Azerbaijan. Inoltre, per sostenere questa missione, il locale ha creato un libro virtuale che raccoglie le ricette e le storie delle nonne di tutto il mondo chiamato Nonnas of the World.