4 consigli pratici per la ritenzione idrica e il microcircolo, i consigli della dottoressa Missori che le donne apprezzeranno

Siamo in estate, ed i problemi legati al microcircolo e alla ritenzione idrica sono molto frequenti ed accomunano soprattutto le donne. La dottoressa Serena Missori, medico endocrinologo esperta di nutrizione funzionale biotipizzata, ha stilato alcuni consigli per combattere la ritenzione idrica. 

Con il marito Dott. Alessandro Gelli, la Missori ha creato il Metodo Missori-Gelli® funzionale biotipizzato.

Esperta di cucina legata al benessere e alla salute, la dottoressa condivide sulle sue pagine quotidianamente i consigli che nascono dai suoi studi e la sua ricerca medica.

D.ssa-Serena-Missori
D.ssa-Serena-Missori (foto web)

La dottoressa Missori ha pubblicato alcuni semplicissimi consigli, che si possono subito messo in pratica in maniera semplice, “per migliorare il tono muscolare, il ristagno dei liquidi, linfa e sangue che è presente in caso di ritenzione idrica”. Ecco cosa possiamo fare.

TIENI LE GAMBE IN ALTO

Tieni le gambe in alto almeno 10/15 minuti al giorno, per aiutarle a sgonfiarsi grazie a questa posizione. Sdraiati sulla schiena e porta le gambe a 90° ben distese, flettendo e distendendo i piedi. Questa posizione aiuta anche ad espellere più tossine, infatti è molto probabile che ci sia una maggiore necessità di urinare.

EVITA DI INDOSSARE INDUMENTI STRETTI

Indossare indumenti stretti, soprattutto se stai molto in posizione seduta, non aiuta la microcircolazione venosa e linfatica. Per questo è importare cercare di evitare di indossare questo tipo di abbigliamento.

FAI DOCCE FREDDE

Per ridurre la ritenzione e il gonfiore, la sera fai delle docce fredde sulle gambe. per favorire la riattivazione della circolazione e rallentare l’attività delle cellule adipose.

Gambe in alto
Gambe in alto (foto web)

BEVI ACQUA FUNZIONALE

Durante la giornata prova a bere quest’acqua funzionale: In 1 litro di acqua aggiungere 2 fettine di ananas tagliate a pezzettini (mantenendo il torsolo, ricco di bromelina che è antiedemigena), con 5/6 foglie di basilico e 1 cm di zenzero tagliato a pezzetti, scorza e succo di limone. Le tue gambe ti ringrazieranno!

AUTO MASSAGGIO IN POSIZIONE ANTIGRAVITAZIONALE

La posizione antigravitazionale è molto consigliata dalla Missori, perché aiuta non solo le gambe, ma favorisce anche lo scarico venoso e linfatico. La ritenzione idrica diminuisce, e migliorerà la tonificazione di gambe, cosce e addome. Come? Sdraiati in posizione supina e solleva le gambe a 90°. Massaggiati dalle caviglie fino all’inguine in maniera abbastanza vigorosa. Massaggiarsi in questa posizione per soli 5 minuti al giorno, garantisce risultati più veloci ed efficaci rispetto ad un massaggio in piedi.

Infine un consiglio sulla scelta delle creme. La Missori consiglia di preferire creme con assorbimento più lento, per farle restare sulle mani e sulla pelle più a lungo, almeno per il tempo della durata del massaggio. “Una crema ad assorbimento rapido ti porterebbe a frizionare la pelle, che potrebbe subire dei microtraumi con rottura dei capillari”, spiega l’endocrinologa.