Punture di zanzare, ecco chi è a rischio attacco e perché è impossibile sfuggire del tutto

Estate = zanzare! un binomio…indissolubile si potrebbe dire. Purtroppo la stagione calda porta con sé il problema delle punture di questi animali, che spesso non ci fanno nemmeno dormire. Ma perché alcune persone non vengono attaccate ed altre sì? La risposta è incredibile. 

Le zanzare proliferano principalmente tra maggio e settembre, nel mondo ce ne sono diverse specie, più o meno pericolose.

La loro guida verso le prede sono l’olfatto e gli occhi, e ad attirarle sono i colori scuri e alcuni odori legati a sostanze della pelle, come il sudore.

Puntura di zanzara
Puntura di zanzara

Quante volte sentiamo un improvviso prurito in un punto specifico, e grattandoci scopriamo una bolla più o meno rossa? è la puntura della zanzara, che come ogni estate arriva puntuale assieme al caldo. Ma non per tutti. Molte persone, infatti, non vengono praticamente mai attaccate da questo animale, mentre altre si riempiono di pizzichi. Che succede? Vediamo.

Perché alcune persone non vengono punte dalle zanzare?

Le zanzare generalmente tendono a pungere agli arti, quelle parti del corpo che in estate restano scoperte. Pungono sia di giorno che di notte. La spiegazione per cui le zanzare ci pungono o meno, è di natura chimica. Dipende cioè, dai composti chimici prodotti dalle colonie di microbi che abitano la nostra pelle. 

Più ne abbiamo, e più ci pungono. Secondo gli esperti, i batteri convertono le secrezioni delle ghiandole che producono il sudore in particelle volatili, che attirano di conseguenza le zanzare. Il problema grande è la distanza da cui le zanzare ci “annusano” e ci trovano: anche 50 metri. Insomma, un bel problema.

Zanzara sudore
Zanzara sudore

Una volta che arriva a noi, la zanzara si appoggia sulla pelle e la perfora con tutti gli stiletti raggruppati, iniettando la saliva; è questa che causa il prurito fastidiosissimo che sentiamo dopo ogni punturina.

Il sangue non è utilizzato dalla zanzara come cibo, e a pungerci è solo la zanzara femmina, perché il sangue serve per reperire le proteine contenute in esso, che a loro volta servono per terminare il loro ciclo riproduttivo delle uova.

Evitare quindi di essere punti dalle zanzare, non è affatto facile, perché possiamo solo cercare di rallentare i processi di sudorazione, o di ripararci il più possibile dagli attacchi. Può essere utile vestirsi con colori chiari (le zanzare sono attirate maggiormente dai colori scuri), evitare cibi che aumentano con la vasodilatazione (cibi piccanti, bevande alcoliche o gassate) e quindi la produzione di anidride carbonica che le attira verso la preda; utile è anche cercare di abbassare il calore corporeo, altro fattore che attira le zanzare, rinfrescandosi il più possibile.