Che succede se “parli in corsivo” la nuova tendenza che spopola tra i giovani gira su web, ecco di cosa si tratta (VIDEO)

Parliamo di social network, il luogo virtuale in cui tutti si incontrano, specialmente i giovani. Su queste piattaforme gli utenti sono interessati a diversi tematiche, ma quando più persone iniziano a parlare dello stesso argomento, si crea una tendenza – un trend. Ecco cosa sta succedendo tu TikTok. 

Tiktok è una piattaforma cinese che nasce nel 2016, chiamata inizialmente musical.ly, come idea di un social network educativo.

Il format non ebbe successo, e si passò alla versione in cui giovani realizzavano video brevi con musiche di tendenza in sottofondo.

Tik Tok chesuccede 20220620
Tik Tok (Fonte web)

TikTok è un social che ha sicuramente portato una novità importante su questo fronte, perché per la prima volta, nella sua fase iniziale, ha puntato su un target preciso – quello dei giovani. Il boom, grazie alla moda del produrre video con dei balletti in tendenza, è esploso immediatamente.

Ora la piattaforma, come tutti i social del resto, ha apportato mano mano delle modifiche, crescendo da tutti i punti di vista. Anzitutto ha allargato ad un pubblico di tutte le età – infatti ad oggi anche adulti e vips hanno aperto i loro canali tik tok – e sul social, come su altre piattaforme, si può “monetizzare” attraverso sponsorizzazioni e affiliazioni.

Parlare in corsivo, ecco che succede con l’ultima tendenza dei tiktokers

I trend sono all’ordine del giorno quando parliamo di social. Queste tendenze, a volte vere e proprie manie, diventano virali grazie ai protagonisti più costanti di contenuti, chiamati “TikTokers”. I tiktokers, come i cosiddetti Youtubers, diventano in molti casi dei veri e propri personaggi famosi, con numeri di followers da fare invidia ai veri Vips.

Cantato in Corsivo chesuccede 20220620
Cantato in Corsivo

L’ultima tendenza sul social cinese, è conosciuto come “parlare in corsivo”. Questa tendenza sta spopolando tra i giovani che popolano TikTok, ed è una nuova moda linguistica. in realtà non è una moda nuova, perché il fenomeno nasce negli USA nel 2009.

L’hashtag #corsivo ha già superato le 24 milioni di visualizzazioni, ma in realtà prima di essere parlato, il corsivo è stato cantato. La versione italiana del parlato corsivo rimarca un accento, come ad esempio quello del milanese, in maniera ironica. Parlare o cantare in corsivo vuol dire allungare verso destra, cioè nel finale di parole, le lettere.

Ad esempio, se la parola in questione finisce per “o”, come amo, si deve inserire una lettera “i” prima della “o”. La pronuncia sarà quindi: “amio” con accento sulla “i” e allungamento della “o”. Per capire meglio, pensiamo che cantare in corsivo è molto comune soprattutto tra i nuovi idoli della musica italiana, come Madame, Sangiovanni e Blanco.

(Fonte: TikTOk Elisa Esposito)