Calcare nella doccia, stop ai detersivi, ecco l’azione a cui non avrete pensato che risolverà il problema per sempre

Siamo in piena emergenza siccità, e tra i primi consigli c’è senz’altro quello di evitare gli sprechi di acqua. Basterebbe già fare attenzione a non lavare piatti, o a farsi la doccia tenendo l’acqua corrente aperta. Ma se da un lato la doccia veloce aiuta a risparmiare, dall’altro non è sempre facile pulirla alla perfezione. 

Il problema si presenta soprattutto se si vive in una zona dove l’acqua ha una forte presenza di calcare. Il contenuto del calcare nell’acqua dipende dalla natura del suolo che attraversa, partendo dalla sorgente fino al rubinetto di casa, ovvero dalla rete di approvvigionamento.

Stop calcare nella doccia (chesuccede)
Stop calcare nella doccia (chesuccede)

Il calcare è una roccia sedimentaria composta principalmente dalla calcite, il minerale che provoca la famosa incrostazione biancastra solida che ricorda il gesso. Quando sentiamo parlare di “acqua dura“, si intende un’acqua molto calcarea, in base alla quantità di sali di magnesio e calcio che essa contiene. Al contrario, quando il calcare contenuto è poco, si parla di acqua dolce.

Mai più aloni sui vetri, ecco il segreto

Tergivetro per doccia (Fonte web)
Tergivetro per doccia (Fonte web)

Quante volte vi è capitato di notare le famose righe sui vetri del box doccia? nonostante pensiamo di aver pulito bene la nostra doccia, continuano a comparire questi antiestetici segni. Sono i segni che lascia il calcare. Ma come fare per evitarli, ed avere vetri puliti e brillanti? Il segreto sta in una semplice azione che non dovremmo mai dimenticare di fare quando facciamo la doccia.

Se vogliamo far sparire le macchie che lascia l’acqua, è importante avere a disposizione uno strumento piccolo ma fondamentale: il tergivetro, anche detto lavavetri! Passandolo su vetri e piastrelle dopo ogni doccia, sarete sicuri che i fastidiosi aloni non compariranno più. I modelli di lavavetro che si trovano sul mercato sono molti, e tra i più consigliati ci sono quelli in acciaio inox con gomma flessibile; questi modelli permettono di praticare un’azione energica nei punti in cui serve, senza il rischio di danneggiare il vetro. La flessibilità ne permette l’utilizzo sulle superfici curve, quindi è ideale anche per pulire finestre, le superfici piastrellate, gli specchi, e i finestrini della macchina.

Usare un lavavetri, oltre a mantenere asciutto e pulito il box doccia, contribuirà a ridurre la quantità di prodotti chimici usati per la pulizia quotidiana.