Candele, come togliere la cera che cade e si attacca, ecco cosa fare immediatamente

Le candele sono un bellissimo accessorio, molto utilizzato per decorare e creare atmosfera in casa e fuori. In questo periodo soprattutto, le candele sono molto utilizzate, anche quelle per esterno o con finalità antizanzare. Purtroppo però questi oggetti decorativi hanno un aspetto poco piacevole. Vediamo come risolverlo. 

La candela è uno strumento di illuminazione tipicamente costituito da uno stoppino immerso in una colonna di combustibile solido, in genere un qualche tipo di materiale ceroso. Fino al l’Ottocento per la realizzazione delle candele si utilizzavano la cera d’api o grasso animale, successivamente vengono utilizzati anche il bianco di balena, la paraffina e la stearina.

Candele cera
Candele cera (chesuccede)

Le candele, in base alla tipologia, sono un bellissimo elemento decorativo, che possiamo mettere in diversi punti sia fuori che dentro casa e non solo. Le candele si utilizzano per mille scopi ed in mille occasioni. Dobbiamo però fare attenzione a due elementi che possono creare problemi. Il primo è certamente legato alla sicurezza, visto che sono alimentate dal fuoco; non è purtroppo raro sentire di incendi causati da candele.

Ma la cosa che frequentemente accade, è la cera sciolta che cade fuori dalla candela, lasciando delle fastidiose ed antiestetiche macchie, simili ad incrostazioni. Il problema anzitutto sta nel fatto che la cera si attacca subito alle superfici dove cade, e nel tipo di materiale su cui cade. Se si tratta di pavimenti, anzitutto è importante sciogliere la cera che si è attaccata, anche usando un phon o acqua calda, e poi cominciare a raschiare per toglierla, usando una spugna (non abrasiva se si tratta di marmo) o un panno. Se il pavimento è in legno, si consiglia di usare alcool e togliere delicatamente.

L’alcool denaturato è anche utile come emergenza per togliere la cera attaccata ai tessuti. Spruzzandone un pò sullo spazzolino e strofinando con attenzione, la macchia si dovrebbe rimuovere. Alternativa è immergere il tessuto in una bacinella d’acqua bollente, e aspettare che la cera si stacchi. Dopo questi procedimenti, si può procedere ad asciugare delicatamente il tessuto.

Infine se volete riutilizzare un bellissimo bicchiere che contiene la candela ormai sciolta, anche qui l’acqua calda vi verrà in soccorso. Dopo aver infatti rimosso con un coltello i residui di cera in eccesso, provate a immergere il vaso o bicchiere in acqua bollente, e poi prova a staccare di nuovo tutta la cera. Lavate con sapone.