Se state per affrontare un viaggio, attenzione a questo disturbo, per alcune persone è un vero incubo

L’estate è la stagione per eccellenza dei viaggi, degli spostamenti, con l’utilizzo di diversi mezzi di trasporto. Che sia in automobile, treno, aereo, traghetto, i viaggi sono in aumento nel periodo estivo, soprattutto dopo due anni di grandi restrizioni a causa della pandemia da Covid. 

Il viaggio però non è per tutti sinonimo di qualcosa di bello o piacevole, anzi. Ci sono persone che soffrono di un disturbo che è legato agli spostamenti, che purtroppo vivono ogni momento di partenza quasi come un incubo.

Barca a vela (Fonte web)
Barca a vela (Fonte web)

Si chiama cinetosi, o malattia del movimento o chinetosi, comunemente chiamata mal d’auto o anche mal di mare, mal d’aria, mal di treno. Insomma, questa malattia include una serie di disturbi che si manifestano quando ci si trova su un qualunque mezzo di trasporto. La cinetosi è provocata dall’invio al cervello di messaggi integrati contrastanti da parte degli organi principalmente coinvolti nell‘equilibrio: orecchio interno, occhi, muscoli e articolazioni.

Mal di mare, come affrontare i fastidi

Sembra che il maggior malessere nasca dalla non comprensione del segnale che l’orecchio interno invia al cervello, che risulterebbe diverso da quello che arriva dagli occhi. Questa confusione causa vomito, nausea, vertigini e mal di testa. Tra tutti, il più diffuso è il mal di mare, quando cioè la persona soffre i movimenti causati dalla barca mentre naviga sulle onde. I maggiori disturbi della cinetosi da mal di mare, sono senz’altro la nausea e il vomito. Ma come affrontare questo disturbo importante?

Mal di mare
Mal di mare

Dobbiamo fare attenzione all’alimentazione prima del viaggio, che non si tratti di pasti esagerati (sconsigliati i dolci e gli alimenti ricchi di grassi, alcool, te o caffè), ma nemmeno di digiuno. In farmacia ci sono molti rimedi, da tenere con sé durante il viaggio, o da assumere prima della partenza, e come spiega la Farmacia Loreto, si tratta di prodotti a base di scopolamina, dimenidrinato o prometazina, disponibili anche sotto forma di cerotti.

Tra i rimedi naturali consigliati in farmacia, ci sono alcuni fiori di Bach come lo Scleranthus (che difende l’intestino – come lo zenzero – e combatte le vertigini). Lo zenzero, inoltre, è utile per contrastare la nausea e il vomito, ed ha un effetto calmante. La farmacia consiglia di assumere una capsula circa mezz’ora prima di partire. Per la nausea aiutano molto anche limone e menta piperita, da assumere all’occorrenza.