Punture di zanzare, se ti piace questa bevanda fai attenzione, potrebbe attirare i fastidiosi insetti

L’estate è la stagione più attesa da tutti. Ci si rilassa al mare, si programmano le vacanze ma…come ben sappiamo, è anche il periodo che porta con sé le fastidiose zanzare. In Europa, i paesi dove è più diffusa la zanzara sono nove: Italia, Austria, Bosnia, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Spagna e Turchia.

Le zanzare sono attratte principalmente da vari aspetti: la sudorazione, l’alimentazione, i colori scuri dei nostri vestiti, l’anidride carbonica del nostro respiro. Ma da un recente studio, ora sappiamo che assumendo questa bevanda si hanno più probabilità di essere punti da questi fastidiosi animali. Vediamo di cosa si tratta.

Cosa attira le zanzare (chesuccede)
Cosa attira le zanzare (chesuccede)

Sebbene la credenza popolare affermi che le zanzare pungano soltanto le persone con il sangue dolce, alcuni studi scientifici hanno dimostrato che non esiste un unico fattore a determinare chi siano le prede più appetibili per le zanzare, ma si tratti infatti di una combinazione di fattori, che includono caratteristiche fisiche ed abitudini, a rendere alcuni soggetti più predisposti rispetto ad altri ad essere morsi da questi insetti”. A dare questa spiegazione su cosa attira di più le zanzare è il Dott. Santo Raffaele Mercuri, Primario di Dermatologiadell’IRCCS Ospedale San Raffaele.

Alcune ricerche scientifiche hanno svelato però qualcosa che sembra essere tra i “cibi preferiti” delle zanzare: la birra. L’alcol come sappiamo provoca un aumento della temperatura corporea, e quindi della sudorazione, il che attira molto le zanzare. In particolare la birra, contenendo maltosio – lo zucchero simile al saccarosio – alza il ph della cute e le da un odore che richiama fortemente questi animali. Inoltre la birra è ricca di acido lattico e di CO2 (anidride carbonica), attira-zanzare per eccellenza.

Bere birra attira le zanzare (chesuccede)
Bere birra attira le zanzare (chesuccede)

Inoltre ulteriori studi hanno confermato che le zanzare hanno preferenze anche per determinati gruppi sanguigni, come il Gruppo 0 e il Gruppo B. A questo proposito il dott. Mercuri chiarisce che “uno dei fattori discriminanti è senz’altro il gruppo sanguigno di appartenenza. Le zanzare si nutrono generalmente del polline e della linfa delle piante, tuttavia le femmine di diverse specie, successivamente all’accoppiamento, vanno alla ricerca di sangue per avere proteine ed energie sufficienti per la deposizione delle uova fertili; la femmina assume in genere una quantità di sangue circa uguale al suo peso, ovvero 2-3 milligrammi“.

Secondo Mercuri, per questioni genetiche, nell’85% delle persone il gruppo sanguigno si può riconoscere attraverso un segnale chimico della pelle, mentre il restante 15%non emette alcun segnale odoroso. Chiaramente le zanzare saranno attratte da coloro che emettono questo segnale, che le guiderà verso la preda. Secondo gli studi, le zanzare preferiscono in assoluto il sangue di tipo 0.