Catturato pitone da record, ecco che è successo, il pericolo non è finito (VIDEO)

Siamo nel periodo delle vacanze, e la voglia di viaggiare, soprattutto dopo due anni di stop forzato a causa dello scoppio della pandemia da Covid-19, è sicuramente aumentata. Coloro che hanno la possibilità di rimettersi in viaggio, hanno di nuovo la possibilità di andare oltreoceano. Vediamo cosa è successo in una delle località più gettonate dai turisti. 

Gli Stati Uniti sono tra i posti più visitati al mondo, si trovano al terzo posto con circa 80 milioni di visitatori all’anno. La grandissima estensione degli USA, offre la possibilità di visitare posti completamente diversi, con climi e abitudini all’opposto. Tra gli stati più visitati e famosi c’è senza dubbio la Florida.

Pitone da record catturato in Florida (Fonte web)
Pitone da record catturato in Florida (Fonte web)

La Florida è per la sua posizione, soggetta a frequenti uragani. Il clima varia infatti dal subtropicale a nord, al tropicale a sud, e per questo gli animali caratteristici di questa zona sono il lamantino e l’alligatore. Ma un altro animale, dannoso anche per l’ecosistema, sta facendo tremare gli abitanti della zona.

Un team di biologi del Conservancy of Southwest Florida sta portando avanti un progetto – che va avanti da dieci anni – per studiare e monitorare i pitoni birmani, un programma che si basa su trasmettitori radio impiantati sui rettili. Durante le ricerche, il team si è imbattuto in un esemplare da record, una femmina che misura quasi cinque metri e mezzo di lunghezza, e quasi un quintale di peso. Si tratta del pitone più grande mai ritrovato in queste zone.

L’incontro con il pitone femmina è avvenuto a seguito del monitoraggio di un esemplare maschio. Le uova trasportate dall’animale erano 122 – altro record mai visto in ambito di riproduzione di questo animale. La cattura, chiaramente difficoltosa e delicata, è avvenuta mentre il pitone stava mangiando zoccoli di cervo, mentre nel suo stomaco sono stati trovati 24 diversi mammiferi, 47 specie di volatili e altri due serpenti. Gli scienziati ipotizzano che il pitone possa essere un esemplare domestico rilasciato in natura decenni fa, questo significa che potrebbe essere la punta di un iceberg.