Cellulare, che succede se va a contatto con la sabbia, ecco cosa fare

Uno degli aspetti da tenere d’occhio quando ci troviamo rilassati sotto l’ombrellone, è stare attenti a non far cadere il nostro Smartphone sulla spiaggia. Il cellulare è diventato, progressivamente, l’oggetto più semplice per comunicare e per leggere notizie in tempo reale. 

Ci siamo sempre preoccupati che i nostri dispositivi non cadessero sui piccoli granelli sotto i nostri piedi, ma ci siamo mai chiesti se sapevamo cosa fare in caso contrario?

cellulare sulla sabbia (chessucede11/07/2022)
cellulare sulla sabbia (fonte web)

Quando nasce il primo cellulare

Il primo cellulare portatile nacque nel 1973 e fu inventato da John F. Mitchell e il dottor Martin Cooper di Motorola, da cui ne prese il nome. In Italia invece, il primo telefonino venne messo in vendita per la prima volta nel 1990 prodotto da Italtel, un’azienda multinazionale italiana.

Questo è un giorno che ho atteso da due anni e mezzo. Una volta ogni tanto arriva un prodotto rivoluzionario che cambia ogni cosa. E Apple è stata… beh, prima di tutto siamo stati fortunati ad aver avuto la possibilità di lavorare su uno di questi prodotti nella nostra carriera.” Queste sono state le parole esclamate da Steve Jobs, il 9 gennaio 2007, con cui presentò il primo Iphone della storia.

Steve Jobs è stato un informativo ed un inventore statunitense, cofondatore della Apple,  fondatore e amministratore delegato di Pixar Animation Studios, prima dell’acquisto da parte della Walt Disney Company.

iphone (chesuccede11/07/2022)
iphone (fonte web)

Cosa fare per pulire il cellulare dalla sabbia

Ma vediamo cosa fare in questo periodo di vacanze, quando è più frequente andare in spiaggia portando il nostro cellulare. La prima cosa da fare dopo aver passato una lunga giornata al mare e dopo aver usato il nostro cellulare in spiaggia, è provvedere alla pulizia del dispositivo in maniera accurata.

Il primo passo è togliere la cover dal nostro smartphone per cercare di eliminare ogni residuo di sabbia. L’oggetto ideale per questa operazione sarebbe un piccolo compressore, ma un phon alla massima potenza riuscirebbe ugualmente a scacciare tutti i granelli di sabbia rimanenti. La chiave è delicatezza e pazienza.

A volte, è necessario effettuare un lavaggio dello smartphone attraverso delle salviettine umide per togliere completamente ogni granello rimasto. Se non si dispone delle salviettine umidificate, si può usare un panno in microfibra pulito e inumidito con poca acqua distillata. Se si vuole invece procedere con l’igienizzazione del dispositivo, si può usare un apposito sterilizzatore a raggi UV che uccide in pochi minuti ogni microrganismo presente sul telefono.