F1, sprint race, novità sui punteggi finali, ecco che succede con il nuovo regolamento

La Formula 1 è uno degli sport più seguiti a livello mondiale, e grazie ad alcune modifiche apportate al regolamento nell’ultimo decennio, sempre più persone si sono avvicinate e appassionate a questo motorsport. Dopo il dominio del britannico Lewis Hamilton, vincitore dal 2014 di 6 campionati mondiali, lo scorso anno l’olandese Max Verstappen su Red Bull, è riuscito finalmente a strappare il trono al campione inglese. 

Già dallo scorso anno il regolamento annunciava solamente in tre gare, un nuovo format per decretare la griglia di partenza della domenica, confermato anche nel 2022. La novità principale riguarda l’assegnazione dei punti finali, completamente stravolta rispetto alla scorsa stagione.

sprint race (chesuccede10/07/2022)
sprint race (fonte web)

Come funziona la sprint race

La sprint race è una minigara di 100 chilometri che dura 30 minuti. Il format della sprint race cambia la programmazione del weekend di gara di Formula 1, va infatti in scena il sabato pomeriggio dopo le FP2, mentre FP1 e Q1, Q2 e Q3 (qualifiche) si spostano al venerdì.

I piloti che termineranno la sprint race nelle prime otto posizioni, avranno punti che varranno sia per il mondiale piloti sia per quello costruttori. Il vincitore della mini-gara riceverà 8 punti, il secondo classificato porterà a casa 7 punti, il terzo si vedrà assegnati 6 punti e così via fino all’ottavo che guadagnerà un punto. A differenza della gara della domenica, la qualifica sprint non prevede l’obbligo per i piloti di smarcare due diverse mescole di pneumatici e pertanto di effettuare una sosta ai box.

f1 (chesuccede10/07/2022)
f1 (fonte web)

“Possiamo solo essere soddisfatti dalla sprint race. Cerchiamo di guardare avanti, rispettando ovviamente quella che è stata la Formula 1. Ma allo stesso tempo il provare nuove iniziative è legato al fatto che la Formula 1 guarda avanti, vuole conquistare nuovi tifosi. E devo dire che in generale la risposta è stata straordinaria. Questa è la Formula 1 di oggi. Una piattaforma sportiva che continua a vivere un momento magico nonostante il periodo che stiamo, purtroppo, vivendo.” Queste le dichiarazioni di Stefano Domenicali, CEO della F1. 

Nel 2021 Monza (Gp Italia),e Silverstone (Gp Gran Bretagna) e Interlagos (Gp Brasile) sono stati i circuiti scelti per la qualifica spint. Quest’anno invece i tracciati prescelti sono stati Imola (Gp Emila-Romagna), Spielberg (Gp Austria) ed Interlagos stesso.