Leonardo da Vinci, il particolare che nessuno conosce, ecco di cosa si tratta

Leonardo da Vinci, è conosciuto in tutto il mondo semplicemente come Leonardo. Uomo simbolo del Rinascimento Italiano e di tutta la storia della nostra cultura, Leonardo è stato uno scienziato, inventore e artista allo stesso tempo. Ancora oggi le sue opere ed invenzioni vengono studiate ed ammirate da appassionati di tutto il mondo. Ma c’è un particolare su di lui che in pochi sanno. Vediamo di cosa si tratta.

Definire il talento di Leonardo da Vinci è davvero difficile, per le sue grandi capacità e per i diversi studi ed opere d’arte che ci ha lasciato. Leonardo è senz’altro la Gioconda, la sua opera più famosa visitabile al museo del Louvre di Parigi, ma è anche il suggestivo dipinto del Cenacolo. Ma non solo.

Leonardo da Vinci, la curiosità sulla sua vita (chesuccede.it)
Leonardo da Vinci, la curiosità sulla sua vita (chesuccede.it)

Leonardo ha effettuato studi di anatomia, ingegneria e architettura, ed è considerato ancora oggi uno scienziato eccezionale che ha segnato la nostra storia. Ma oltre le grandi opere che conosciamo, e che possiamo ancora oggi vedere, la storia di Leonardo cela un segreto che in pochi sanno, ma che oggi accoglierebbe i favori di moltissime persone.

Leonardo, convinto vegetariano

Lo racconta l’esploratore Andrea Corsali che, scrivendo dall’Oriente delle relazioni a Giuliano de’ Medici – figlio di Lorenzo il Magnifico e patrono di Leonardo Da Vinci – raccontò questo aneddoto:

Fra Goa e Rasigut over Carmania, vi è una terra detta Cambaia, dove l’Indo fiume entra nel mare. E’ abitata da Gentili detti Guzzarati, grandi mercatanti. Vestono parte di loro all’apostolica e parte all’uso di Turchia. Non si cibano di cosa alcuna che tenga sangue; nè fra essi loro consentono che si noccia ad alcuna cosa animata, come il nostro Leonardo Da Vinci . Vivono di risi, latte, e altri cibi inanimati”.

Quindi, secondo anche i racconti diretti del Vasari, Leonardo da Vinci era vegetariano. La scelta di non mangiare animali, nacque in Leonardo probabilmente da influenze del francescanesimo, ed anche filosofiche con le dottrine neo-platoniche di Ficino e Pico della Mirandola, secondo cui lo spirito di Dio era presente in ogni essere vivente e nessuno è autorizzato a toglierla. “Verrà il tempo in cui anche l’uccisione di un solo animale sarà considerato un grave delitto”, cita una famosa frase attribuita al genio.

Leonardo era anche un abile ed appassionato cuoco, tanto che in pochi sapranno che molti degli utensili che oggi ci permettono di lavorare in cucina sono proprio sue invenzioni. Sembra inoltre che esistesse un manuale delle ricette di Leonardo, e che conterrebbero tutte ingredienti a base di frutta e verdura. Altra conferma che Leonardo era vegetariano.