se-devi-eliminare-lo-zucchero-ecco-le-alternative-per-soddisfare-la-voglia-di-dolce

La cura dell’alimentazione, come sappiamo, è molto importante da tutti i punti di vista. In generale, seguire una giusta alimentazione può aiutare la salute in maniera efficace, riuscendo spesso a combattere e prevenire malattie davvero pericolose. 

Quando però parliamo di regime alimentare salutare, come sappiamo dobbiamo fare delle piccole rinunce, soprattutto se siamo abituati a consumare dei cibi non proprio salutari. Tra le prime rinunce che si fa fatica a fare, c’è quella dello zucchero. Vediamo però come rimediare.

Voglia di dolci (Fonte Pixabay)
Voglia di dolci (Fonte Pixabay)

La medicina ormai è d’accordo, ed è cosa nota, sul fatto che un consumo eccessivo di zuccheri può avere conseguenze sulla salute, aumentando il rischio di malattie come obesità, diabete, complicanze renali, cardiache, neurologiche, ortopediche. Tra i rischi maggiori in generale, parlando di cattiva alimentazione, ci sono quelli provocati dai cosiddetti junk food, gli alimenti ad altissimo contenuto di zuccheri semplici e/o grassi, prodotti con materia prima di scarsa qualità e spesso ricchi di additivi.

Questi alimenti sono sia dolci che salati, e contemplano anche le bevande. Per questo vengono nominati “cibo spazzatura” (junk food, appunto). Quando poi decidiamo, per nostra volontà o necessità di salute, di intraprendere una dieta pulita, spesso tra le prime mancanze che sentiamo c’è proprio quella degli zuccheri. Ma allora come fare per trovare delle alternative salutari allo zucchero?

A venirci in soccorso è l’endocrinologa ed esperta di nutrizione dottoressa Serena Missori, che spiega di “non demonizzare un cucchiaino di zucchero”, ma che trovare delle valide alternative è comunque possibile. Lo zucchero per eccellenza è il Saccarosio, un glucide disaccaride composto da glucosio e fruttosio, e contiene tutti gli zuccheri semplici (monosaccaridi e disaccaridi).

Zucchero (Foto di Myriams-Fotos da Pixabay)
Zucchero (Foto di Myriams-Fotos da Pixabay)

Tra le alternative più conosciute c’è il Fruttosio, zucchero della frutta e del miele, presente anche in alcune verdure; il suo sapore è il più dolce di tutti. Ultimamente si usa come dolcificante la Stevia, ma attenzione se si soffre di disbiosi intestinale, perché può alterare il microbiota. L’Eritritolo è un dolcificante naturale senza calorie, presente in natura in frutta ed ortaggi, così come è naturale la Melassa.

Ma il più famoso resta senz’altro il miele, il nettare delle api tanto amato e di grande valore, composto da acqua, fruttosio e glucosio, ma anche da enzimi, aminoacidi, vitamine del gruppo B, vitamina C, minerali e antiossidanti.