Allunaggio, ecco che è successo alla bandiera USA, la storia è incredibile (VIDEO)

E’ stato l’evento storico che ha tenuto quasi 700 milioni di persone col fiato sospeso e la testa in aria. Fu proprio allora che nacque una delle frasi più celebri della nostra era: “E’ un piccolo passo per un uomo, un balzo da gigante per l’umanità”. Parliamo dell’allunaggio, e un dettaglio che dopo anni è stato chiarito. 

E’ il 20 luglio 1969, e gli astronauti Neil Armstrong e Edwin “Buzz” Aldrin entrano nella storia: sono i primi uomini ad atterrare sulla Luna. La diretta fu raccontata dall’indimenticabile Tito Stagno, e resterà nella mente di milioni di persone.

Bandiera allunaggio (Getty Images)
Bandiera allunaggio (Getty Images)

Poco dopo essere scesi sul territorio lunare, gli astronauti americani della Missione Apollo  11, piantarono sulla superficie la bandiera degli Stati Uniti, un gesto iconico che è rimasto nella storia. Nel 1969 fu un ingegnere della NASA, Jack Kinzler, a realizzare il progetto della bandiera da portare nello spazio, dal quale venne prodotto il primo Lunar Flag Assembly (LFA), un kit contenente una bandiera in nylon degli Stati Uniti larga un metro e mezzo e alta 90 centimetri, insieme all’asta che l’avrebbe sorretta e a un’asticella telescopica orizzontale, entrambe in acciaio inossidabile.

La bandiera era stata progettata per resistere alle condizioni climatiche sulla Luna, con un’escursione termica di 200-250 gradi centigradi. Gli astronauti, piantarono la bandiera con un martello, ma non riuscirono ad andare oltre qualche centimetro e a stendere completamente l’asticella telescopica orizzontale. Per questo la bandiera cadde al momento della ripartenza della navicella.

Bandiera Nasa allunaggio (Nasa)
Bandiera Nasa allunaggio (Nasa)

Il Lunar Reconnaissance Orbiter, la sonda della Nasa in orbita attorno alla Luna che ha fotografato tutti i siti di allunaggio delle missioni Apollo, ha riportato le immagini di 5 delle 6 bandiere che sono ancora in piedi, quasi completamente scolorite. E’ probabile che si stiano anche disgregando, come sembra sia accaduto alla prima bandiera. Secondo gli studiosi infatti, la prima bandiera si sarà scolorita (come le altre ancora visibili) e ridotta a brandelli.

Il motivo lo ha spiegato Paul Spudis, un ricercatore esperto in esplorazione lunare: “l’alternanza di 14 giorni di sole e temperature di 100 gradi centigradi, con 14 giorni di “notte” e temperature di -150 °C deve aver già di per sé alterato le caratteristiche del tessuto delle bandiere. A ciò si aggiungono i raggi ultravioletti, che fanno sbiadire i colori. È abbastanza probabile che oggi le bandiere americane portate sulla Luna dalle missioni Apollo siano “biancastre” e in fase di disgregazione“.