Bambino costretto a casa da una malattia, ecco che è successo e come ne potrà uscire

Durante il periodo della pandemia, i bambini sono stati costretti a rimanere nelle proprie case e non vedere ne amici ne parenti. Sicuramente non è stato un periodo facile per loro, ma nell’ultimo anno, grazie alla fine delle restrizioni, si sono potuti riprendere le loro libertà e divertirsi in compagnia come un tempo.

Purtroppo però questo bambino, a causa della sua rara malattia, è stato costretto a continuare a rimanere nella sua abitazione e a non poter, quindi, divertirsi con i suoi amici a scuola o al parco. Andiamo a vedere cosa è successo.

Bambino a casa(chesuccede24/07/2022)
Bambino a casa (fonte web)

Noah D’Alessandro è uno dei più giovani artisti al mondo poiché, durante il periodo passato nella sua abitazione, ha dipinto 500 tele a soli cinque anni. Le sue opere sono state esposte da Milano a New York. Il bambino, da due anni, è rimasto chiuso in casa per la vasculite, una malattia che abbassa le difese immunitarie.

Che succede con la vasculite

Come Mozart quando componeva minuetti all’età di 4 anni, Noah aveva già il pennello in mano ed era un modo per occupare quelle interminabili ore da solo chiuso in un appartamento sui Navigli, un passatempo che si è rivelato una vera e propria passione.

All’inizio Noah ha cominciato dipingendo opere astratte, ora si cimenta anche in quelle figurative e materiche ed usa anche il gesso. Noah sceglie da solo i pennelli da acquistare, ma non disdegna dipingere con le mani con qualunque attrezzo accenda la sua immaginazione: dagli utensili da cucina ai giocattoli, fino all’asciugacapelli per soffiare il colore. Una volta ha addirittura diluito la polenta in un quadro“. Queste sono le parole della madre, Erika Losi.

Noah(chesuccede24/07/2022)
Noah (fonte web)

Inoltre il piccolo Noah ha 5 mila follower su Instagram e 10 mila su Tik Tok, dove condivide i profili con la madre. Mamma Erika lo riprende in alcuni filmati mentre dipinge le sue opere circondato da tele e colori.

Negli ultimi due anni Noah ha esposto le sue opere alla galleria Hub Art di Milano, ha firmato la copertina della rivista Milano Vibra, partecipato ad aste di beneficenza per la ricerca sul cancro e gli incendi in Sardegna e le sue opere sono state vendute a mezza Europa.