La pizza più cara non è quella di Briatore, ecco la verità

La pizza è uno dei prodotti più amati dagli italiani e da molte persone nel mondo. La prima ricetta della pizza è nata in Campania, e più precisamente a Napoli nel 1889 grazie a Raffaele Esposito, che preparò una Margherita in onore della Regina Margherita di Savoia.

Crazy Pizza”, di Flavio Briatore, è certamente uno dei locali più discussi del momento in Italia, soprattutto per i prezzi alti delle sue pizze. Ma la pizza di Briatore, sorprendentemente, non è la più cara d’Italia e del mondo, ma ne esiste un’altra con un costo nettamente superiore. Andiamo a vedere di quale pizza si tratta e a quanto ammonta la cifra richiesta.

Crazy pizza(chesuccede27/07/2022)
Crazy pizza (fonte web)

Luigi XIII, dello chef cilentano Renato Viola, è il nome della pizza più costosa al mondo ed ha un costo di 8.300 euro per due persone. La motivazione del prezzo esorbitante, secondo lo chef, è la lievitazione naturale dell’impasto (72 ore) che viene condito con il prezioso sale australiano di Murray River.

Inoltre, in questo piatto lussuoso finiscono tre diversi tipi di caviale (Oscietra Royal Prestige, Kaspia Oscietra Royal e Beluga Kaspia), oltre a gamberoni rossi di Acciaroli, aragosta di Palinuro, cicala del Mediterraneo e, per finire, due gocce di cognac Luigi XIII Remy Martin.

La pizza Luigi XIII è possibile ordinarla solamente a domicilio poiché lo chef in persona si reca a casa del cliente, accompagnato da un sommelier e da un altro chef, per cucinarla direttamente in casa e farla gustare al momento, appena sfornata.

LuigiXIII(chesuccede27/07/2022)
LuigiXIII (fonte web)

Nel 2021 è stata stilata una classifica delle 50 pizze più buone al mondo. Al primo posto nella graduatoria si trova “I Masanielli” di Francesco Martucci, pizzeria nata nel 2001 e situata a Caserta.

“Francesco Martucci ha fatto dello studio certosino delle materie prime la sua firma riconoscibile e ha usato la pausa forzata della pandemia per studiare e sperimentare. Ingredienti d’eccellenza, combinati di farine, mix di consistenze, alternanza di cotture differenti, hanno reso le sue pizze esperienze uniche“. Queste sono state le parole degli ispettori della pizzeria campana.

La Campania è la regione con le migliore pizzerie in Italia con 29 insegne, al secondo posto troviamo il Lazio con 13 e conclude il podio la Lombardia con 12.