Lamu non è un cartone animato, esiste davvero ed oggi è così

Lamù è un manga, creato da Rumiko Takahashi e pubblicato per la prima volta in Giappone nel 1978. La prima edizione venne pubblicata in Italia nel 1991 da Granata Press e successivamente da Star Comics nel 1997. L’anime ha venduto oltre 35 milioni di copie in Giappone ed è stato premiato nel 1987 come miglior fumetto di fantascienza/fantasy.

La prima serie televisiva venne prodotta da Studio Pierrot fino al 1984 e in seguito da Studio Deen fino al 1986. Ma il personaggio di Lamù esiste davvero ed è ancora vivo. Andiamo a vedere di chi si tratta e dove si trova attualmente.

Lamù(chesuccede30/07/2022)
Lamù (fonte web)

La storia di Lamù risale già ai tempi dell’università, quando Takahashi ebbe i primi contatti con la casa editrice Shogakukan. Infatti, la fumettista incuriosì tantissimi lettori durante gli anni e diventò uno dei capisaldi del genere romcom.

La protagonista Lamù, poche persone sanno, era ispirata ad una modella degli anni ’70 di nome Agnes Nalani Lum. La ragazza è una modella hawaiana, nata nel 1956 e divenuta famosa in Giappone negli anni ’70. Nella patria dei manga, Agnes Lum divenne una gravure idol, ossia una modella che si mostra in intimo o in costume sulle varie riviste, e fu ritenuta uno dei volti ideali per la bellezza femminile.

Il nome originario del personaggio è inoltre la trascrizione giapponese della pronuncia di Lum, mentre solo in Italia ha ricevuto il nome Lamù. Infatti, anche negli Stati Uniti, il nome della protagonista femminile Lamù è Lum Invader.

Agnes Nalani Lum(chesuccede30/07/2022)
Agnes Nalani Lum (fonte web)

Oltre a Lamù, Takahashi ha pubblicato anche altre opere di manga come Maison Ikkoku nel 1980, Ranma 1/2 nel 1987, One Pound Gospel nel 1989, Inuyasha nel 1996, Rinne nel 2009 e infine MAO, pubblicato in Italia da Star Comics, nel 2020.

Gli anime sono opere di animazione di produzione giapponese e i primi esempi commerciali risalgono al 1917.  Nel corso dei decenni successivi, gli anime hanno ottenuto grande popolarità in Giappone e all’estero, e dagli anni novanta godono di una distribuzione e di un richiamo globale. Inoltre, possono essere prodotti per il cinema come lungometraggi, mediometraggi o cortometraggi, per la televisione come serie tv, mentre per Internet come original net anime (ONA). Fra gli anime più conosciute al mondo ci sono Dragon Ball Z, Death Note, Naruto, Fullmetal Alchemist e l’attacco dei giganti.