Se ti trovi in questa città italiana, attenzione a come ti vesti, puoi rischiare di prendere una multa

In estate capita che le amministrazioni di alcuni luoghi di vacanza, decidano di applicare delle regole per controllare i flussi o qualche fenomeno vacanziero. Succede in Italia questa volta, dove i turisti che si trovano a passeggiare in questa famosa località di mare, devono fare molta attenzione a non infrangere questa regola.

Si tratta di Sorrento, che si trova vicino alla Costiera Amalfitana, famosa per le sue meravigliose scogliere, le spettacolari viste sul mare e le infinite opportunità di viaggi su strada. Sorrento attira numerosi turisti, soprattutto durante l’alta stagione estiva.

Sorrento multe estive (chesuccede.it)
Sorrento multe estive (chesuccede.it)

Basta con i comportamenti indecenti“, ha esordito il sindaco di Sorrento Massimo Coppola il 6 luglio. “Sorrento è sempre più riconosciuta nel mondo come la capitale del turismo e dell’ospitalità di qualità e questi comportamenti possono costituire un elemento di disagio e disagio sia per i sorrentini che per i turisti. In questo modo in cui vogliamo tutelare e migliorare la vivibilità della città, la qualità della vita e l’arredo del centro e degli spazi pubblici“.

Con queste parole il primo cittadino ha in sostanza annunciato un’ordinanza che vieta alle persone di andare in giro a torso nudo o in costume da bagno. Le persone che violano il nuovo ordine dovranno pagare una multa da 25 a 500 euro. La polizia ora pattuglierà l’area per far rispettare il nuovo divieto, secondo quanto riferito da news.com.au.

Oltre a Sorrento, la Costiera Amalfitana è diventata così popolare che è stata costretta a istituire un sistema di targa alternativo per controllare la folla, consentendo alle auto di guidare tra Vietri sul Mare e Positano solo a giorni alterni durante le ore di punta in alta stagione.

Le regole si applicano dalle 10:00 alle 18:00 nel mese di agosto, così come nei fine settimana dal 15 giugno al 30 settembre, durante la Settimana Santa verso Pasqua e dal 24 aprile al 2 maggio.

E in Italia, il comune di Praia a Mare vieta di camminare a piedi nudi in città, mentre Rapallo vieta di vestirsi succinti.

(Fonte Travel + Leisure)