Bonus internet, se fai parte di questa categoria il voucher è di 2500 euro

Il Voucher Connettività Imprese, noto come Bonus Internet, è diventato realtà grazie alla pubblicazione del decreto attuativo del MISE. Infatti, le aziende avranno a disposizione voucher per poter accedere ad abbonamenti di Internet che possano supportare la digitalizzazione dell’impresa.

Non tutti avranno la possibilità di accedere a questo tipo di agevolazione, poiché per poter accedere al voucher, è necessario possedere dei requisiti specifici. Andiamo a vedere di quali si tratta e quali categorie ne faranno uso.

Bonus Internet(chesuccede01/08/2022)
Bonus Internet (fonte web)

La misura è rivolta alle micro, piccole e medie imprese, ai professionisti e alle partite IVA e, per poter usufruire del voucher, le aziende devono essere regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, requisito non necessario, al contrario, per professionisti e partite IVA.

Il Ministero per lo Sviluppo Economico, tramite un decreto, ha suddiviso i voucher in tre fasce, ossia Fascia A, Fascia B e Fascia C.

Nella Fascia A, il voucher con contributo connettività è pari a 300 euro, con un contratto dalla valenza fra i 18 e i 36 mesi e che garantisca il passaggio ad una connettività con velocità massima in download compresa nell’intervallo 30 Mbit/s ≤ V < 300 Mbit/s (voucher A1) oppure 300 Mbit/s ≤ V ≤1 Gbit/s (voucher A2).

Nella Fascia B, il voucher sarà di 500 euro, con un contratto di lunghezza medesimo della Fascia A e che garantisca però una velocità massima in download compresa nell’intervallo 300 Mbit/s ≤ V ≤1 Gbit/s.

Navigare sul web(chesuccede01/08/2022)
Navigare sul web (fonte web)

Infine, nella Fascia C il voucher è di 2.000 euro, con un contratto da un minimo di 24 mesi fino ad un massimo di 36 mesi e che possa garantire una velocità massima in download superiore a 1Gbit/s. Ulteriori 500€ sono attribuiti a copertura di eventuali “costi di rilegamento” all’installazione.

La realizzazione delle attività è affidata a Infratel Italia e il tutto funzionerà sul modello del precedente Piano Voucher per le famiglie. Inoltre, la prenotazione del voucher può essere effettuata direttamente tramite l’operatore di connettività scelto per l’erogazione del servizio.

Dal momento della pubblicazione del decreto, Infratel ha un mese di tempo per predisporre un Piano tecnico ed un manuale operativo contenente la descrizione dell’intervento, i criteri di ammissibilità, le modalità di attuazione ed il relativo quadro economico.