Sandali macchiati di sudore? Così tornano in pochi minuti come nuovi

Siamo nel pieno dell’estate, e il nostro abbigliamento è inevitabilmente cambiato. Ci vestiamo più leggeri, e finalmente si possono portare le scarpe aperte. I piedi così potranno respirare di più, e noi ci sentiremo più liberi. Tra le calzature più utilizzate ci sono i sandali, ma spesso il sudore lascia delle brutte macchie antiestetiche. Niente paura però…il rimedio c’è. 

Molti sandali, per quanto bellissimi, si macchiano facilmente, soprattutto con il sudore dei piedi. Spesso gli aloni e le macchie restano, e non riusciamo a capire come toglierli, ma non fate l’errore di pensare che siano da buttare.

Sandalo macchiato (chesuccede.it)
Sandalo macchiato (chesuccede.it)

L’estate è la stagione in cui si indossano le scarpe aperte, e i sandali sono all’ordine del giorno. Purtroppo però c’è un piccolo inconveniente legato al sudore dei piedi, che va a provocare delle antiestetiche macchie davvero difficili da togliere. Il problema tocca particolarmente le scarpe che hanno l’interno in pelle, vedi in particolare i famosi Birkenstock. Ed è proprio la casa produttrice dei famosi sandali, a dare i consigli per non mantenere le scarpe come nuove.

I rimedi casalinghi

Il plantare dei sandali, quando sudiamo, presenta il classico alone con l’impronta del piede, davvero fastidiosa e causa anche di cattivo odore che impregna la scarpa. Anzitutto è importante lavare costantemente la scarpa; il classico acqua e sapone e una spazzola a setole di nylon potrebbero bastare, ma se lasciamo per più tempo gli aloni, sarà ovviamente più difficile lavarli. Lo spazzolino può aiutare anche per rimuovere segni e macchie sulla tomaia.

sandali macchiati
Foto da Canva

Oltre all’acqua e sapone per la pulizia quotidiana, gli altri rimedi casalinghi per lavare i nostri sandali sono molto semplici e soprattutto vedono l’utilizzo di prodotti che generalmente abbiamo in casa. Tutti i giorni è consigliabile cospargere la soletta di pelle scamosciata immediatamente con del borotalco, utile per far assorbire il sudore, ricordandosi di toglierne l’eccesso prima di indossare nuovamente le scarpe.

In generale invece, i sandali rovinati e maleodoranti, si possono trattare anche col classico bicarbonato, da lasciare in una piccola quantità per tutta la notte. Se le macchie sono molto visibili, si può aggiungere anche dell’aceto, meglio se trattare le macchie vaporizzando il mix da inserire in uno spruzzino; per ripulire si può passare dell’ovatta. Il bicarbonato può essere unito anche al limone, ma in questo caso si andrà a creare una sorta di crema da passare direttamente sulle macchie.

Importante: dopo aver lavato i sandali, fateli asciugare all’aria, evitando sempre il contatto diretto con i raggi del sole – che potrebbe rovinare ulteriormente la pelle.