Anche tu nel bagno hai la spugna a rete? Be’, buttala immediatamente!

Le spugne a rete sono uno di quegli accessori per il bagno che molte persone utilizzano. Ma forse è meglio non utilizzarle. Vediamo perché. 

Molte persone amano utilizzare le cosiddette spugne a rete in occasione del bagno o della doccia. La loro funzione dovrebbe essere quella di togliere le cellule morte, ma non è solo questo.

Spugne da bagno
Spugna da bagno (Fonte Canva)

Molte persone amano utilizzare le spugne a rete per il bagno ed anche da usare sotto la doccia. Il fine di queste spugne è quello di pulire più a fondo la pelle, aiutando a togliere le cellule morte. In pratica funzionano in modo simile ad uno scrub.

Spugna a rete, attenzione a cosa può nascondere

Le spugne a retina piace molto perché permette di creare spesso una schiuma avvolgente con l’utilizzo di pochissimo bagnoschiuma, e per il suo effetto massaggiante che ricorda quello di un peeling.

Spugna a rete rischi
Spugna a rete (Fonte Canva)

Questa tipologia di spugna, benché sia scelta proprio pensando che possa rendere la pelle liscia e morbida, purtroppo ha anche un effetto collaterale non piacevole. Infatti i dermatologi spiegano che sono ad alto rischio di proliferazione di batteri e germi.

Il problema infatti di queste spugne è che quando tolgono le cellule morte, queste ultime restano incastrate nella retina. Inoltre, restando sempre umide e bagnate, i batteri e le muffe troveranno il loro habitat ideale per proliferare; il bagno inoltre, essendo un ambiente sempre umido, non aiuta l’asciugatura delle spugne.

Tenerle quindi appese e bagnate, fa in modo che ogni volta che saranno riutilizzate, ci saranno un monte di germi pronti ad attaccarci. In particolare bisogna quindi fare attenzione allo stato di salute della nostra pelle nel momento in cui utilizziamo le spugne a rete, perché se ad esempio abbiamo delle micro ferite, i batteri troveranno terreno fertile su cui attaccare.

Nello specifico, i dermatologi consigliano di fare assolutamente attenzione a quando le donne si depilano, in particolare con la lametta. Quest’ultima, infatti, provoca spesso delle piccole lesioni o ferite, e quindi passare la spugna a rete sarà pericoloso per la nostra pelle.

Il consiglio, quindi, è quello di non tenerle a lungo nel bagno, e di utilizzarle facendo molta attenzione. Orientativamente le spugne, di qualunque materiale siano fatte, dovrebbero essere buttate circa due volte al mese. La tempistica consigliata dagli esperti è di circa ogni 3 settimane.