Rischio tornado, per alcune regioni italiane il pericolo si fa sempre più concreto: cittadini allertati

Il rischio tornado, in alcune regioni del nostro Paese, è un pericolo sempre più imminente e fa terribilmente paura.

Infatti, secondo uno studio dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Consiglio Nazionale, alcune regioni d’Italia sono più a rischio di forti tornado ad alta intensità.

Tornado in Italia
Fonte web

Negli ultimi anni è notevolmente aumentata la violenza di questi fenomeni naturali altamente distruttivi, giocando un ruolo fondamentale nella vita di moltissimi cittadini.

Le regioni italiane coinvolte dai tornado

La temperatura superficiale del mare è uno dei fattori chiave per il verificarsi di fenomeni di questo tipo, poiché l’acqua è in corso di surriscaldamento. Alcuni esperti hanno focalizzato l’attenzione su alcune regioni italiane che potrebbero essere coinvolte in tornado ad altà intensità.

Tornado distruzione attenzione per i cittadini
Fonte Canva

Puglia e Calabria sono le regioni sud-orientali più a rischio di tornado, mentre il Lazio è la regione centrale più in pericolo, affacciandosi sul Mar Tirreno.

“Le regioni centrali tirreniche Italiane possono essere definite come un hot-spot per i tornado nell’area mediterranea. Le analisi statistiche sono state condotte analizzando sia misure (radiosondaggi) sia output da modelli a grande scala (re-analisi), al fine di individuare le condizioni atmosferiche dominanti associate ai tornado individuati. È stato quindi possibile definire delle specifiche configurazioni atmosferiche prevalenti, potenzialmente favorevoli al loro sviluppo nell’area in studio”. Queste sono le parole dei due studiosi e autori di questa scoperta, Elenio Avolio e Mario Marcello Miglietta

L’obiettivo comune è di elaborare dei modelli metereologici previsionali per essere in grado di prevedere, con maggiore attendibilità e in ottica futura, il verificarsi di eventi del genere.

“I risultati hanno mostrato come sia possibile prevedere con successo valori elevati di specifici indicatori d’instabilità atmosferica e di convezione profonda tipici dei tornado, nonché di simulare correttamente la struttura delle celle convettive responsabili della genesi di tali eventi”. Questo è ciò che afferma uno studio condotto recentemente da alcuni esperti.

I tornado sono eventi metereologici molto pericolosi per la pubblica incolumità ed esiste, infatti, una classificazione ufficiale sulla base dell’intensità e dei danni prodotti, ossia la scala Fujita, che varia dal grado 0 al grado 5.

I tornado più violenti nella storia dell’umanità sono stati quattro, ossia La Tromba del Montello (colpì la zona di Treviso e uccise 23 persone), il tornado dei tre stati (si abbatté sugli Stati Uniti e le vittime furono addirittura quasi 1.000), il Super Outbreak (si scatenò sugli USA e tolse la vita a più di 300 persone) ed infine il tornado di Moore (danneggiò Oklahoma e uccise 24 persone).