Frigorifero, hai impostato la giusta temperatura? Ecco perché la bolletta non scende

Il frigorifero è presente in tutte le case, ma siamo sicuri di aver impostato la temperatura giusta? Forse per questo la bolletta non scende. 

Quando pensiamo al frigorifero non facciamo mai caso alla temperatura che impostiamo, ma questo può influire sui costi. Vediamo come.

Bolletta della luce
Bolletta della luce (Fonte Canva)

Non esiste casa senza frigorifero, potremmo dire. Per mantenere freschi i prodotti, è ormai un elettrodomestico fondamentale, insieme al reparto congelatore.

Frigorifero, la temperatura giusta fa risparmiare

Il frigo è un elettrodomestico la cui funzione è la conservazione del cibo attraverso l’impiego di una camera isolata dall’esterno in cui è praticata una condizione di bassa temperatura termoregolata.

 

Aprire il frigorifero aumenta la bolletta
Aprire il frigorifero (Fonte Canva)

L’impiego del freddo per la conservazione degli alimenti è una pratica consolidata da secoli, e nel passato l’unico modo con cui si poteva mantenere un ambiente a temperature basse per molti mesi all’anno, era quello di costruire ghiacciaie sotterranee chiamate neviere, caricate durante l’inverno con neve e ghiaccio.

Il primo esempio di frigorifero lo ha raccontato la scrittrice Mary Randolph nella sua pensione di Richmond, inaugurata nel 1807. Il primo frigorifero domestico nacque nel 1913, ed era in realtà un armadio in cui doveva essere caricato del ghiaccio. Nel 1915 lo statunitense Alfred Mellowes fu il primo a realizzare frigoriferi come quelli moderni.

Il frigorifero è importante per mantenere freschi gli alimenti, ed ora è possibile anche trovarne di portatili e di ogni dimensione. Grazie al raffreddamento, i cibi conservano il gusto, la qualità e le proprietà organolettiche. Ma la temperatura del frigorifero è l’elemento fondamentale per conservare correttamente gli alimenti, ed anche per risparmiare in bolletta. Vediamo come.

La temperatura media consigliata per il frigo oscilla tra i +4°C e un massimo di +7°C, con eccezione del periodo estivo in cui è meglio mantenerla sui 4 gradi di media. E’ fondamentale fare in modo di mantenere più possibile la temperatura, senza abbassarla troppo, perché in questo modo si consuma maggiore energia elettrica.

Inoltre è importante fare attenzione ad un’abitudine che abbiamo più o meno tutti, ovvero quella di aprire e chiudere frequentemente il frigorifero. Questo provocherà degli sbalzi di temperatura che anzitutto vanno ad incidere sulla giusta conservazione dei cibi, e in più costringeranno il frigo a far ripartire ogni volta la temperatura interna.

Molti dei frigoriferi moderni sono accessoriati con un display esterno, il cui fine è quello di rilevare la temperatura, ed aiutarci a regolarci già da fuori, senza aprire e chiudere gli sportelli per “sentire” se la temperatura può essere buona. Se il modello del vostro frigo è più vecchio, in commercio esistono termometri portatili a spilone, che si possono acquistare senza difficoltà.