Osserva con attenzione i tuoi piedi: se noti questi segnali potresti soffrire di diabete

A volte non osserviamo con attenzione i piedi, ma alcuni segnali ci dicono che potremmo soffrire di diabete. Vediamo quali. 

Il diabete è una malattia molto diffusa, a vari livelli. A volte ci sono dei piccoli segnali che possono dirci che qualcosa non va.

Diabete segnali
Diabete (Fonte Canva)

Il diabete è una malattia in cui c’è aumento nel sangue dei livelli di glucosio (zucchero; la glicemia) per un deficit della quantità e, spesso, nell’efficacia biologica dell’insulina, l’ormone che controlla la glicemia nel sangue e che viene prodotto dal pancreas.

Diabete di tipo 2, ecco i segnali sui piedi

Come sappiamo, ci sono delle analisi e un percorso specifico per individuare le malattie, e che chiaramente deve essere fatto da medici. Ma alcuni segnali possono già farci aprire gli occhi. Vediamo sul diabete di cosa si tratta.

Piede diabete
Piede diabete (Fonte Canva)

I piedi da sempre sono una parte importantissima del nostro organismo, con funzioni che spesso sottovalutiamo. Sui piedi grava tutto il peso del nostro corpo, ed anche la riflessologia plantare ci ricorda quanto siano importanti per il nostro benessere. Dobbiamo anche ricordare che il peso del corpo può provocare danni ai piedi e agli arti inferiori in genere, perché va a gravare in maniera da non sottovalutare. Un piede in salute da beneficio a tutto il corpo, e può dare anche segnali che qualcosa non va.

Anzitutto i piedi sono fondamentali perché ci permettono di camminare, e quindi una giusta cura sia curativa che estetica è sempre importante. Ma se notiamo qualcosa di strano, fermiamoci a capire di cosa si tratta. Meglio sempre chiedere ad uno specialista, podologo e poi medico, invece che restare nel dubbio.

Parlando di diabete, come sappiamo il tipo 2 di questa malattia provoca una riduzione del flusso del sangue nelle parti periferiche del corpo, e quindi anche verso i piedi. Se notiamo bruciore, dolore, intorpidimento o formicolio, ma anche ferite o addirittura ulcere, è importante farsi subito vedere da un dottore.

Ma anche sintomi più facilmente sottovalutabili, come calli, tagli fra le dita o secchezza sui talloni, possono essere dei campanelli d’allarme. La cosa importante da fare è sempre capire dove un fastidio è momentaneo, e quindi che va a svanire in pochi giorni, o quando è un problema che continua nel tempo. Sicuramente farsi seguire anzitutto da un esperto podologo è importante, perché i trattamenti sono immediati e specifici per il problema che si è presentato sui nostri piedi. Ricordiamo di tenere sempre sotto controllo la loro salute, a partire dall’idratazione a casa, all’attenzione anche nel tagliare le unghie.