Era bella e famosa ma ora finisce in manicomio: la prova che il successo non fa la felicità

Era bellissima e famosa ma ora finisce in un manicomio, ed è la prova che il successo non fa la felicità. 

La donna finisce in un manicomio, dopo aver trascorso gran parte della sua vita sul set. Infatti, la signora era una bellissima e famosa attrice.

Attrice condannata dal giudice ad andare in un manicomio
Fonte Canva

Questa è la prova che i soldi e il successo non fanno la felicità, ma aiutano solamente a migliorare la vita.

La donna era bella e famosa ma ora va in un manicomio

Heather Locklear, 56 enne attrice americana e conosciuta soprattutto per aver recitato in serie televisive come “Dinasty” e “Melrose Place”, dovrà passare 30 giorni in un centro di salute mentale. A deciderlo è stato un giudice, dopo aver scoperto l’aggressione ad alcuni poliziotti e un paramedico, tra febbraio e giugno del 2018. Nel caso in cui dovesse rifiutarsi, Heather finirà in carcere per 120 giorni.

L'attrice viene messa in un manicomio
Fonte web

La vicenda risale a giugno del 2018 e si è conclusa con la fine del processo ai danni dell’attrice. Secondo quanto riporta TMZ, l’attrice dovrà entrare nella struttura che si occuperà della sua riabilitazione entro il 6 settembre. Come detto, qualora non si presentasse, per lei si apriranno le porte del carcere. La Locklear è stata arrestata lo scorso febbraio 2018 e di nuovo a giugno. In entrambe le occasioni le accuse sono state di aggressione ai danni di poliziotti.

L’attrice sarà sottoposta a tre anni di libertà vigilata durante i quali non potrà assumere alcol, possedere armi o prendere farmaci che non siano stati precedentemente prescritti. Nonostante il grande successo tra gli anni Ottanta e Novanta, la vita dell’attrice non è stata per niente semplice. Nel giugno del 2018 ha tentato il suicidio ed è stata salvata in extremis. La donna era stata raggiunta nella sua casa dai genitori, che avevano notato una particolare agitazione nel suo comportamento.

Secondo quanto riportato dai media locali, all’epoca l’attrice avrebbe poi tentato di soffocare la madre e picchiato il padre. I genitori, allarmati, avevano quindi chiamato il 911 chiedendo aiuto, poiché la donna era diventata violenta e stava anche cercando di fare del male a se stessa: minacciava di spararsi con una pistola. Nei mesi precedenti la Locklear era stata arrestata in seguito alle denunce di violenza domestica del compagno Chris Heisser, ex campione di motocross e suo fidanzatino dei tempi del liceo.

La Locklear è stata sposata con Tommy Lee, il batterista dei Motley Crue, dal 1986 al 1993. L’attrice americana, successivamente, si è sposata a lungo con il chitarrista dei Bon Jovi Richie Sambora dal 1994 al 2006 ed insieme hanno avuto una figlia di nome Ava.