Si licenzia e il suo racconto terrorizza il mondo: così i dirigenti punivano i dipendenti poco performanti

Un ragazzo si licenzia e racconta come i dirigenti punivano i dipendenti poco performanti. 

Il racconto del giovane ha terrorizzato il mondo, poiché ha spiegato come i dipendenti inesperti venivano trattati dai grandi capi.

Dirigenti si arrabbiavano con una particolare pratica se i dipendenti non riuscivano a terminare il lavoro
Fonte Canva

L’azienda dove lavorava il ragazzo, è entrata nel mirino delle critiche per il suo modo di punire i dipendenti che non raggiungono gli obiettivi fissati.

Il racconto di un ex dipendente di una società cinese

Uno studente universitario si è lamentato della sua esperienza in un azienda che si occupa di Zhengzhou, dichiarando che vige una strana regola per cui i dipendenti devono mangiare uova crude se non raggiungono in tempo gli obiettivi fissati dalla società.

Dipendenti mangiavano uova crude se non riuscivano a finire il lavoro
Fonte Canva

Il ragazzo ha spiegato di aver interrotto il suo tirocinio dopo aver rifiutato di rispettare questa regola ed, oltre ad essere umiliante e disumana, è anche dannosa per la salute. I dirigenti si sarebbero arrabbiati talmente tanto, da mandarlo via prima della fine dello stage, scrivendo che il ragazzo lasciava il posto per “motivi personali”.

Le dichiarazioni dello studente si sono diffuse sul web ed hanno suscitato tanta indignazione. Infatti, migliaia di persone l’hanno definita una pratica disumana. In seguito, è apparso anche un video che mostrerebbe i dipendenti dell’azienda nauseati, mentre chiudono gli occhi e scolano le uova crude direttamente dal guscio. Sempre secondo quanto raccontato sul web, in alternativa i dipendenti possono scegliere di ingoiare l’intero contenuto di un tubetto di mostarda.

L’ispettorato del lavoro di Zhengzhou sta indagando sul caso, ma per ora rimane tutto da verificare e, dunque, il condizionale è d’obbligo. Per le leggi cinese tutto potrebbe cambiare, poiché il ragazzo era solamente uno stagista ed il racconto acquisirebbe maggior forza, se a testimoniare fosse direttamente un dipendente. L’azienda sembrerebbe abbia ammesso, in modo molto vago, di usare “premi” e “punizioni” per i dipendenti a seconda del loro rendimento, con la scusa di motivare lo staff.

Zhengzhou è una città della Cina, capitale della provincia di Henan, e precedentemente era conosciuta con il nome di Zhengxian. La sua prefettura si estende su una superficie di 7.446,2 km quadrati e possedeva una popolazione di 10.120.000 abitanti nel 2018. La metropoli è molto servita dalle vie di comunicazione. Infatti, nel suo territorio ci sono un aeroporto internazionale, due stazioni ferroviarie ad alta velocità e molteplici collegamenti autostradali. Da Zhengzhou passano l’Autostrada G4 e le linee ad alta velocità Xi’an-Anyang e Pechino-Shenzen.