A 28 anni indossa pannoloni, si addormenta con il ciuccio e vuole la favola della buonanotte

Una ragazza all’età di 28 anni indossa pannoloni, si addormenta con il ciuccio e vuole la avola della buonanotte.

Alcune persone non hanno intenzione di crescere e desiderano restare bambini nel vero senso della parola.

Lucy rimane bambina con la favola della buonanotte e il ciuccio
Fonte Canva

Una ragazza americana di 28 anni, infatti, è diventata popolare sul web per la sua decisione di continuare a indossare pannoloni, addormentarsi con il ciuccio e ascoltare la favola della buonanotte.

Una giovane ragazza rimane bambina dentro e fuori

Lo sviluppo porta a cambiamenti inevitabili ai quali non fatichiamo ad adeguarci con lo scorrere del tempo. Al contrario, Lucy Anne non è d’accordo con questa teoria e, per questo motivo, ha attirato l’attenzione su di sè di tutto il mondo web.

Lucy rimane bambina a 28 anni
Fonte web

La ragazza vive in Pennsylvania, negli USA, e svolge il mestiere di addetta alla sicurezza informatica. La 28enne, però, è divenuta famosa poiché ha reso pubblico, sui propri account, il suo stile di vita, non esattamente idoneo alla sua età. Lucy, infatti, si comporta come fosse ancora una bambina, vestendosi come tale e mantenendo le abitudini tipiche dell’infanzia.

Per sua stessa ammissione, una parte della sua personalità è rimasta ferma all’età di 9 anni, periodo nel quale si dilettava nell’indossare i pannoloni della sorellina minore, poiché farlo la faceva sentire a suo agio.
Con il passare del tempo e l’ingresso nell’adolescenza, il desiderio di continuare a rimanere bambina non è cambiato. Infatti, Lucy ha continuato a collezionare peluche e giocattoli ed a fare uso del biberon per dissetarsi, del ciuccio per addormentarsi e a farsi raccontare le favole prima di dormire.

Inizialmente, la giovane credeva di essere l’unica a sentire il bisogno di mantenere, anche in età adulta, abitudini infantili, domandandosi se non dovesse considerarsi sbagliata per questo. Successivamente, però, grazie al web, ha notato di non essere la sola, scoprendo l’esistenza di diversi gruppi online rivolte agli “adult baby, ossia persone che si sentono a proprio agio nel “restare bambine”.

Da quel momento Lucy ha deciso non solo di accettarsi, ma anche di non nascondere la sua particolarità e di condividere sui social questo aspetto della sua vita. La ragazza comunque continua a mantenere questa forma nella sfera privata, senza che possa interferire col suo lavoro e con le relazioni interpersonali.

Gli utenti sembrano apprezzare la sua identità, vista con immagini divertenti. Infatti, molti commenti ne parlano in maniera positiva e trovano incoraggiante il fatto che sappia accettarsi, cosa che non tutti riescono a fare.