Muffa nella vaschetta della lavatrice: il trucco definitivo per evitare il problema

La muffa nella lavatrice è un problema che spesso si presenta, ma esiste un trucco per evitare il problema in maniera definitiva. 

La lavatrice è un elettrodomestico indispensabile in casa, ma la sua manutenzione spesso viene sottovalutata. La presenza di muffe ce lo ricorda.

Vaschetta lavatrice
Vaschetta lavatrice (Fonte Canva)

In quasi ogni casa è presente una lavatrice, e laddove non si abbia a disposizione questo elettrodomestico, si ricorre alle lavanderie esterne ed anche self service, che quasi in tempo reale provvedono a fare il lavaggio.

Muffa nella lavatrice, ecco cosa serve per evitarla

In pochi ci pensano, ma le parti interne della lavatrice possono essere attaccate dalla muffa. I residui di calcare e detersivo, le muffe e i residui di sporcizia rilasciati dalla biancheria, contribuiscono a sporcare la lavatrice.

Lavatrice pulizia vaschetta
Vaschetta detersivo (Fonte Canva)

La muffa compare soprattutto se lasciamo lo sportello della lavatrice chiuso dopo averla svuotata a fine lavaggio, o anche se passa molto tempo da quando è stata utilizzata l’ultima volta. In ogni caso è sempre l’umidità la prima responsabile della formazione di muffe, che normalmente si presentano sulla guarnizione che riveste lo sportello e nelle vaschette del detersivo e dell’ammorbidente. Il primo passaggio è quindi di estrarre le vaschette e lavarle sotto acqua corrente per pulire ed eliminare ogni residuo presente.

Gli esperti di Ace, consigliano di utilizzare un panno con della candeggina e passarlo lungo la guarnizione, facendolo scorrere sia sul bordo esterno che su quello interno, e di utilizzarla anche per pulire le vaschette lavate. Una volta fatte queste operazioni, si può avviare un lavaggio a vuoto versando 1 bicchiere di candeggina al posto del detersivo.

Gli esperti di Bosh propongono anche dei rimedi naturali per pulire adeguatamente la lavatrice. Anzitutto si può immergere per circa un’ora la vaschetta del detersivo in acqua ed aceto bianco, in modo che si possa anche disinfettare adeguatamente la vaschetta. Una volta passato il tempo di attesa, tirare fuori e ripassare con cura con un altro panno pulito tutta la vaschetta.

E’ importante ricordare di evitare più possibile azioni che possano favorire la formazione di muffe, e quindi di aprire sempre cestello e vaschette dopo i lavaggi, e far prendere aria al bagno o alla stanza dove è posizionato l’elettrodomestico. Sembrano consigli di poco conto, ma non dimentichiamo che la muffa cerca il suo habitat ideale. Gli esperti di Bosh inoltre ci ricordano di prendere l’abitudine di effettuare almeno una volta al mese un lavaggio a vuoto ad alte temperature (60-90°C).