I draghi esistono davvero: si trovano su questa particolare isola

I draghi esistono realmente ed oggi si trovano su questa particolare isola. 

I draghi non solo solamente animali visti al cinema, oggi si possono notare anche su questa caratteristica isola.

I draghi esistono davvero
Fonte Canva

Questo arcipelago assomiglia a Jurassic Park o ad un mondo completamente primitivo, dove la natura comanda e l’uomo è una seconda scelta.

I draghi vivono su questa tipica isola

Sumba, Flores, Komodo e Rinca fanno parte dell’arcipelago delle Piccole Isole della Sonda e si trovano in Indonesia, ad est di Bali. Queste isole, infatti, abbondano di vegetazione e la maggior parte sono di origine vulcanica.

Drago di Komodo
Fonte Canva

L’isola di Sumba regala una vegetazione rigogliosa dal verde intenso, spiagge di sabbia bianca e mare turchese. In questa isoletta, la vita ruota attorno ai marapu, ossia gli spiriti ancestrali, anime dei defunti antenati. Le tipiche capanne dei numerosi villaggi tradizionali si distinguono per gli alti tetti protesi verso il cielo ed ad Ovest, nella zona di Kodi, possono sfiorare anche i 10 metri di altezza.

Flores è una delle poche isole a prevalenza cristiana, ma anche il sincretismo religioso si manifesta nelle cerimonie e nella sepoltura dei corpi in un mix di tombe tradizionali e cattoliche. Tra le diverse etnie che la abitano, quella Ngada è senza dubbio la più interessante. I villaggi sorgono sulle pendici dell’imponente Vulcano Inerie, alto circa 2.250 metri.

Nella zona centrale montagnosa svetta il Vulcano Kelimutu (1700 metri), sede di Konderatu, lo spirito guardiano del monte. Con i suoi laghi colorati all’interno di tre diversi crateri, è considerato una delle meraviglie del mondo. I tre laghi cambiano colore per azione di particolari pigmenti (dal rosso, al nero, al verde acqua) e sono, per gli indigeni, la dimora delle anime degli antenati.

Le isole coralline di Komodo e Rinca sono inserite nel Parco Naturale Marino di Komodo, istituito nel 1980 per difendere il famoso varano gigante e dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1991.

Soltanto qui, infatti, si può avere un incontro ravvicinato con una creatura proveniente direttamente dalla preistoria, il cosiddetto drago di Komodo (Varanus komodoensis), il più grande rettile esistente, che può raggiungere una lunghezza di 3 metri per oltre un quintale e mezzo di peso. Questo lucertolone fu scoperto nel 1911 da un ufficiale dell’esercito delle Indie Olandesi. Il drago è molto grande e famelico, ed è un implacabile cacciatore.

Le emozioni, infine, continuano nel magico mondo sottomarino del Parco. Il miglior modo per esplorarlo è navigando con un veliero pinisi, tradizionale imbarcazione indonesiana.