Succederà a metà settembre e sarà la prima volta nella storia: l’intera Europa in allerta

Nonostante la condizione climatica degli ultimi giorni che ha colpito a intermittenza l’Italia, la situazione potrebbe diventare ancora più turbolenta. Infatti è in arrivo un’area di bassa pressione che si sta introducendo tra la Penisola Iberica e le Isole Britanniche.

Questa perturbazione si andrà spostando verso le Isole Britanniche e via via su tutta l’Europa. A causa della circolazione, le correnti ruoteranno in senso inverno e quindi si sposterà aria molto calda di tipo sub tropicale verso il Mediterraneo.

europa
Foto Canva

La corrente arriva direttamente dal deserto e le conseguenze in questo caso non saranno solo per l’Italia ma per l’intera Europa. Questa è una situazione che non si è mai verificata prima poiché tendenzialmente le perturbazioni colpiscono solo alcuni paesi ma difficilmente stazionano su tutta l’Europa.

Cambia il mete in tutta Europa

Il meteo quindi sta per cambiare, quello che accadrà è sole su buona parte del paese con un caldo sopra i valori normali. Le masse d’aria che arriveranno dall’Africa faranno schizzare letteralmente le temperature oltre i 36°, soprattutto al sud dell’Italia. Il caldo comunque sarà in aumento ovunque con picchi fino a 40°. Al centro e al nord le temperature resteranno intorno ai 30/32 gradi mentre il picco ci sarà solo al sud.

previsioni meteo
Foto Canva

Entro metà settembre accadrà qualcosa che non è mai avvenuto in tutta la storia a livello atmosferico, con picchi anche sull’Italia. Ci sarà un ritorno dell’alta pressione con un clima ribaltato e una pressione molto elevata. Questo porterà all’improvviso uno scenario particolare con venti fino a 150 chilometri orari.

Secondo quanto riferito dal National Oceanic and Atmospheric Administration, l’ente che si occupa di Oceani e Atmosfera ha dichiarato che l’Uragano Danielle potrebbe arrivare sull’Europa a metà settembre. Questo potrebbe passare vicino influenzando comunque il clima, in particolare di Spagna, Francia, Regno Unito e Italia.

Ovviamente al momento si tratta di previsioni e la traiettoria non è certa quindi bisognerà aspettare. Sicuramente l’immensa perturbazione avanza e colpirà l’Europa. Il vortice potrebbe procedere avanzando rapidamente intorno al 13 settembre. Il vortice che raggiungerà l’Italia, soprattutto nella giornata di venerdì, determinerà l’inizio di temporali anche particolarmente violenti. L’instabilità si verificherà soprattutto tra Lombardia e Nordest con variabilità anche al Sud e nelle zone interne.

La situazione potrebbe diventare anche particolarmente violenta quindi l’ideale è seguire l’andamento che sarà comunicato direttamente dalla protezione civile con l’eventuale presenza di allerte meteo. In caso si allerta è bene seguire le indicazioni per mettersi in totale sicurezza come indicato dagli esperti.