GFVip, ex concorrente spiazza: “Ancora aspetto delle scuse per la violenza”

Un ex concorrente del Grande Fratello Vip ha detto la sua in queste ore, e senza mezzi termini dice una frase molto dura “Non sputiamo nel piatto dove mangiamo”.

Il Grande Fratello Vip sta facendo molto parlare per il caso dell’uscita di Marco Bellavia, e tutti stanno dicendo la loro.

GFVIP
GFVIP (Foto dal web)

Il caso del Grande Fratello Vip riguardante l’uscita di Marco Bellavia ha fatto discutere in questi giorni ovunque, e le polemiche non finiscono.

Guenda Goria dice la sua “Non sputiamo nel piatto dove mangiamo”

Non sputiamo nel piatto dove abbiamo mangiato. L’indignazione è un sentimento istintivo, non un accodarsi al sentimento della gente per avere due like in più. La responsabilità del comportamento dei concorrenti del Gf è dei concorrenti che hanno dei nomi e cognomi”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Guenda Goria Bis (@guendagoria)

“Osserviamo il meccanismo di cannibalizzazione del branco piuttosto che fare i fenomeni. Io sono la prima ad essermi espressa sulla questione”, ha spiegato la ex concorrente del GFVip della scorsa edizione, in un video postato sul suo profilo Instagram.

L’attrice ha richiamato quindi sull’importanza della responsabilità dei singoli, e non solo del conduttore e produzione, facendo anche riferimenti alla sua esperienzaGià durante le nomination, quando ho sentito che il meccanismo di accanimento stava per scatenarsi. Ancora aspetto delle scuse per la violenza di Enock. Mi auguro che questa volta le scuse ci saranno. Troppo spesso è la vittima a sentirsi in difetto. A me è successo e per questo ho subito previsto quello che sarebbe successo. Detto questo, quello che accade è lo specchio della nostra società. E accanendoci contro un programma o un conduttore, ci riveliamo meschini e( per quello che riguarda gli ex concorrenti) ingrati.

La figlia di Amedeo Goria e Maria Teresa Ruta – anche loro ex concorrenti del reality show di Canale 5 – ha voluto dire la sua sul caso Bellavia, riferendosi anche agli ex concorrenti che stanno attaccando la trasmissione, con la frase “non sputiamo nel piatto dove abbiamo mangiato”. La Goria ha anche voluto ribadire l’importanza di non dimenticare il delicato tema della salute mentale, spiegando di essersi “accorta subito di questo accanimento, sono sensibile sul tema delle malattie mentali, nessuno di noi è immune. Non si può essere insensibili di fronte al disagio”.

Dopo aver spiegato anche di conoscere bene “i meccanismi del branco“, Guenda ha concluso il suo videomessaggio mandando un saluto a Bellavia, convinta che ci sarà un rilancio per lui, e ricordando che “tutto torna indietro, basta sedersi ad aspettare“.