Attenzione a questi pericoli per la vista, potrebbero portare a conseguenze gravissime

Attenzione a questi pericoli per la vista, poiché potrebbero causarti delle conseguenze gravissime. Ora tutte le persone sono molto allarmate.

La vista è uno dei cinque sensi, quello mediante il quale è possibile percepire gli stimoli luminosi e, quindi, la figura, il colore, le misure e la posizione degli oggetti. Tale percezione avviene per mezzo degli occhi.

Attenzione a questo pericolo per gli occhi
Fonte Canva

La Giornata mondiale della vista si celebra ogni anno il secondo giovedì del mese di ottobre. Voluta dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), è promossa in Italia soprattutto dall’Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus e dall’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti.

Attenzione a questi pericoli per la nostra vista

Fin da bambini gli occhi devono essere tenuti sotto controllo attraverso regolari visite oculistiche. A seconda dell’età e delle esigenze di ciascuna persona, l’oculista fornirà le indicazioni più opportune. Ci sono però alcuni segnali che meritano attenzione e in loro presenza è bene consultare l’oculista.

Vari pericoli per la vista
Fonte Canva

Miodesopsie o corpi mobili: immagini di piccoli corpuscoli che sembrano fluttuare davanti a noi all’interno del campo visivo. Si tratta di opacità del corpo vitreo, la massa che riempie l’interno dell’occhio; quando la luce attraversa il corpo vitreo incontrando tali addensamenti proietta ombre sulla retina disturbando la visione.

Occhi rossi: (anche detti iperemia congiuntivale) sono un disturbo molto comune, causato da una dilatazione dei vasi sanguigni, per via di irritazioni o infezioni. Nella maggior parte dei casi, le cause all’origine degli occhi rossi sono facilmente individuabili e il disturbo si risolve in un tempo relativamente breve; in altri casi l’arrossamento oculare può dipendere da lesioni, traumi o corpi estranei presenti nell’occhio; più raramente, gli occhi rossi sono da associare alla presenza di patologie anche gravi come un attacco acuto di glaucoma, uveite, cheratitescleriti.

Lacrimazione eccessiva: in presenza di irritazioni o infiammazioni a carico della superficie dell’occhio per via di infezioni, allergie, corpi estranei o altre sostanze, l’occhio produce più lacrime. La lacrimazione eccessiva può interessare uno o entrambi gli occhi e può causare l’offuscamento della vista, patologie alle palpebre e la formazione di incrostazioni delle secrezioni.

Visione doppia (o diplopia): quando si guarda un oggetto si vedono due immagini. Può interessare un occhio solo (diplopia monoculare) e in questo caso in genere è dovuta a irregolarità della superficie della cornea o a problemi alla cornea o alla retina o riguardare entrambi gli occhi (diplopia binoculare), la cui causa più frequente è lo strabismo , ma può essere determinata anche da problemi neurologici o muscolari.

Pupille di diverse dimensioni (o anicosoria): le pupille cambiano dimensione fisiologicamente per regolare la quantità di luce che entra nell’occhio: al buio infatti sono più grandi, mentre se la luce è intensa tendono a stringersi. La dilatazione e il restringimento avvengono simultaneamente per entrambe le pupille. Se però le pupille presentano dimensioni diverse tra loro potrebbero indicare un’anisocoria fisiologica, oppure un danno fisico all’occhio (trauma, infezione) o la presenza di patologie a carico dell’iride o della pupilla.

Dolore all’occhio: da solo o in associazione ad altri sintomi come per esempio occhi rossi, lacrimazione, gonfiore delle palpebre (occhio gonfio). Potrebbe essere riconducibile a patologie oculari come congiuntivite, uveite, glaucoma, allergie ma anche (soprattutto se si presenta da solo) essere legato ad altre condizioni mediche (come l’infiammazione del nervo trigemino).

Calo della vista: può manifestarsi in diversi modi: si può vedere meno bene, vedere ombre o vedere come se si avesse una tenda sull’occhio. Può riguardare un solo occhio, entrambi o anche solo parte del campo visivo.