NEWS

Published on Gennaio 17th, 2016 | by Lallo Romano

0

Bollo auto: Spuntano nuove esenzioni. Ecco chi non dovrà pagarlo

Tempi duri per chi possiede auto e moto. Entro la fine di gennaio la maggior parte di queste persone dovrà pagare il bollo. Il costo è calcolato annualmente e dipende dalla potenza in KW, ma anche dall’anzianità del veicolo e dall’ impatto ambientale. Il bollo deve essere pagato entro il mese successivo a quello di scadenza, per cui se la scadenza prevista era fissata al 31 dicembre 2015 il pagamento deve essere effettuato entro e non oltre il 31 gennaio 2016. Tuttavia, La normativa italiana prevede la possibilità di un’esenzione totale o parziale del bollo auto. Ci sono, infatti, alcune categorie di veicoli che hanno diritto a beneficiare dell’esenzione totale o parziale del bollo auto. Tra queste, i veicoli utilizzati per il trasporto dei disabili. Ci sono poi i veicoli con alimentazione a metano o gpl, le quali hanno diritto ad una riduzione sull’importo totale da versare, e quelle elettriche ad emissioni zero. Sono esenti dal pagamento del bollo anche le auto immatricolate da almeno vent’anni e da più di trent’anni. Le auto alimentate esclusivamente a gas, sia gpl che metano, hanno una riduzione sul pagamento del bollo del 75%, anche se in alcune zone è prevista un’esenzione totale. La natura delle varie agevolazioni cambia da regione a regione. Ad esempio, in alcune regioni, le auto elettriche sono esentate dalla tassa di proprietà. Relativamente alle regioni, le auto con alimentazione a gpl hanno diritto al pagamento di un quarto del bollo previsto per un’auto a benzina in alcune regioni, quali Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Molise, Puglia, Sicilia, Sardegna, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto. Mentre in Friuli Venezia Giulia e in Calabria non sono previste esenzioni per le auto a gpl, per la regione Marche è prevista una tariffa agevolata di 2,79 euro per KW sulle auto benzina/metano e benzina/gpl. Per il Piemonte e la Basilicata è prevista l’esenzione per i primi cinque anni dall’immatricolazione, mentre in Lombardia è prevista l’esenzione totale. In molte regioni italiane, inoltre, è prevista l’esenzione totale dal pagamento del bollo per i primi cinque anni dell’immatricolazione, per quanto riguarda le auto elettriche. In alcune regioni è inoltre prevista una riduzione del bollo per i primi tre o cinque anni dall’immatricolazione per le auto ibride.

Tags: , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top ↑
  • Adv

  • Guarda che video!